Consob: Jp Morgan scende al 4,637% in Telecom Italia

(ANSA) Jp Morgan ha già ridotto, al 4,6%, la quota di Telecom ricevuta da Telefonica, al servizio del convertendo emesso dal gruppo spagnolo sulla società italiana. La banca americana, che lo scorso 24 giugno aveva in mano un pacchetto pari al 6,997%, il primo luglio risulta aver tagliato la partecipazione al 4,637%. Ora non si conosceranno ulteriori alleggerimenti, dato che il colosso Usa si avvale della possibilità di non comunicare alla Consob le variazioni sotto la soglia del 5 per cento. Il 2 luglio era emerso che Jp Morgan era diventata il secondo azionista di Telecom alle spalle di Vivendi. I francesi sono di recente arrivati come nuovo socio di riferimento grazie a un pacchetto pari all’8,24% di Telecom ricevuto da Telefonica, in contropartita per la vendita agli spagnoli della brasiliana Gvt, e hanno poi incrementato la presenza al 14,9 per cento. Senza escludere di salire ancora. Sempre otto giorni fa era stato spiegato che l’azienda di tlc iberica ha siglato con JpMorgan un contratto (total return equity swap) che le permetterà di rientrare in possesso, il 19 luglio 2017, di una quota di Telecom compresa tra il 5,395% e il 6,474% così da disporre delle azioni per rimborsare il prestito convertendo, in scadenza cinque giorni dopo, con i titoli del gruppo di tlc. Da qui a due anni la banca Usa può nel frattempo movimentare il pacchetto che Telefonica le ha affidato.(ANSA, 10 luglio 2015)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci