L’Usigrai critico sul ddl Rai: se l’obiettivo era liberare la tv pubblica dai partiti non ci siamo

(ANSA) “Se l’obiettivo era liberare la Rai dal controllo dei partiti e dei governi, allora non ci siamo nemmeno vicini. Dopo settimane in Commissione, l’accordo trovato all’unanimità permetterà a tutti i partiti – nessuno escluso – di tornare a spartirsi i vertici di Viale Mazzini con il governo di turno”.

Vittorio Di Trapani, segretario Usigrai

Vittorio Di Trapani, segretario Usigrai

E’ quanto si legge in una nota Usigrai il giorno dopo l’approvazione del disegno di legge sulla Rai in Commissione Lavori Pubblici al Senato. “Prosegue invece il silenzio assordante su ciò che doveva essere la priorità assoluta – si legge ancora -: quale missione affidare al servizio pubblico e con quali finanziamenti”. (ANSA, 10 luglio 2015)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi