16 luglio 2015 | 9:10

Lo sfogo di Fiorello su Periscope: basta tv non mi diverto, meglio il teatro. Non c’entro niente con la tv di oggi anche se forse ci ricasco. Il web pieno di ‘haters’ che sfogano frustrazioni e meschinità (VIDEO)

(testo Repubblica.it) Dura 22 minuti l’invettiva di Fiorello su Periscope, l’app per le dirette in streaming sul web. Alle cinque del mattino, in quella che lui chiama “Live from the pillow” (“Diretta dal cuscino”), lo showman è in vena di confidenze (“Qui riesco a essere sincero”).

E con la faccia assonata dà libero sfogo alle sue insofferenze, in risposta a chi gli chiede quando tornerà in tv. “La tv non è più fatta per me: troppe prove, troppo stress, critiche, non critiche, conferenze stampa. Meglio i teatri” dice Fiorello, che poi se la prende con i cosiddetti “haters”, quelli che sui social devono criticare tutto e tutti per puro spirito di contestazione: “I battutari che ci mettono mezz’ora a scegliere una frase si nascondono su Twitter, qui devi metterci la faccia in diretta”. E in chiusura, sempre legandosi al mondo del web, difende Enrico Ruggeri da tutti i contestatori online che lo accusano per aver prestato la voce ad una pubblicità del salame: “Che male c’è? Siete solo dei cog..oni radical chic”