Televisione

16 luglio 2015 | 18:20

Giacomelli, sottosegretario alle comunicazioni: speriamo in una conclusione veloce dell’esame del ddl di riforma della Rai in Senato

(ANSA) “Io auspico che in Senato si concluda in pochi giorni” l’esame del ddl di riforma della Rai. Lo ha detto ai giornalisti a Montecitorio il sottosegretario alle comunicazioni Antonello Giacomelli, al termine di una riunione con i deputati del Pd nella quale ha illustrato la riforma della Rai e le modifiche introdotte dalla Commissione Cultura di Palazzo Madama. Quanto alla Camera, Giacomelli ha sottolineato che sul calendario “decide il Presidente”. Ma lei spera – hanno domandato i giornalisti – in un sì di Montecitorio entro la pausa estiva? “Speriamo di si, dato che il nostro obiettivo è velocizzare”. Nei giorni scorsi ci sono stati malumori tra i deputati del Pd dopo le modifiche al testo introdotte in commissione Cultura del Senato: “non direi malumori – ha replicato Giacomelli – Ci sono opinioni diversificate sulla Rai, ma questo sin dall’inizio.

Antonello Giacomelli, Sottosegretario di Stato del Ministero dello Sviluppo Economico con delega alle comunicazioni

Nel momento in cui abbiamo scelto per la riforma un percorso parlamentare, abbiamo messo in conto il confronto, ed è giusto che i parlamentari dicano la loro”. Ma un eventuale modifica del testo del Senato nell’esame alla Camera implicherebbe lo slittamento a settembre dell’approvazione: “questa è una valutazione generale che spetta a Palazzo Chigi – ha sottolineato Giacomelli – che ha la visione generale delle priorità. Per esempio quando in Senato fu data la priorità alla riforma della scuola io un po’ fremevo per la Rai; ma Palazzo Chigi ha la visione di insieme ed è in grado meglio di indicare le priorità”. (ANSA, 16 luglio 2015)