19 luglio 2015 | 11:30

La vignetta satirica di Giannelli sul ‘Corriere della Sera’ scatena il web

Bufera sul disegnatore Giannelli, storico vignettista del “Corriere della Sera”. Nella vignetta apparsa sulla prima pagina del quotidiano di ieri, si vede un gruppo di profughi africani che occupa una casa i cui proprietari sono appena tornati dalle vacanze.

(Secolo XIX)   Il disegno ha subito fatto il giro del Web, suscitando commenti indignati su quella che sembra un’ironia fin troppo facile sulla pelle dei migranti.


Sul profilo Twitter del “Corriere”, lo stesso Giannelli ha voluto spiegare che “il mio intento era prendere in giro chi teme che i rifugiati arrivino a casa sua: la satira è anche paradosso”. Spiegazione che a molti non è bastata.

Ma sullo stesso Twitter sono fioccate decine di messaggi di critica e di accusa. “Fate schifo”, “vergognatevi”, “ti devi scusare”, “è istigazione all’odio razziale”, sono solo alcuni dei commenti che si leggono. Senza contare chi osserva che “dover spiegare una battuta è il peggior flop per un vignettista” e chi definisce la spiegazione di Giannelli un “arrampicarsi sugli specchi”.

Alla fine, ha avuto molto successo la “controvignetta” di Gianpi, del collettivo Quink, che mostra Giannelli al ritorno dalle ferie, come in un contrappasso… Eccola: