Comunicazione, Editoria

22 luglio 2015 | 15:31

L’Espresso chiude il primo semestre con un utile netto che sale a 22,1 milioni. I ricavi pubblicitari registrano un calo del 3,7%

(MF-DJ) L’Espresso ha chiuso il primo semestre con un un utile netto consolidato di 22,1 milioni, in crescita dai 3,8 milioni del primo semestre del 2014. Il dato, si legge in una nota, tiene conto della cessione del canale televisivo DeejayTV a Discovery Italia, dando luogo ad una plusvalenza di 9,3 milioni. I ricavi ammontano a 305,7 milioni, in calo del 5,3% rispetto ai 322,7 milioni del primo semestre 2014. Il margine operativo lordo consolidato si e’ attestato a 31 mln, equivalente a quello del 2014, il risultato operativo consolidato e’ di 23,6 mln, in linea rispetto a quello del corrispondente periodo dell’esercizio precedente, e gli oneri finanziari sono scesi dai 6,5 mln del primo semestre 2014 agli attuali 4,4 mln, grazie alla riduzione dell’indebitamento ed al nuovo programma di finanziamento finalizzato nel corso dell’esercizio 2014.

Carlo De Benedetti e Monica Mondardini (foto Olycom)

L’indebitamento finanziario netto consolidato, pari a 5 mln al 30 giugno 2015, mostra un’ulteriore riduzione rispetto ai 34,2 mln di fine 2014 e ai 66,8 mln al 30 giugno 2014, grazie all’incasso del finanziamento soci concesso a Persidera per 21,3 mln ed agli 11,8 mln generati dalla vendita di All Music. Per l’intero 2015, pur in un mercato pubblicitario il cui sviluppo nel secondo semestre risulta ancora incerto, il gruppo potrebbe conseguire un risultato netto, escluse le componenti non ricorrenti, in linea con quello dell’esercizio precedente. (MF-DJ, 22 luglio 2015)

L’Espresso: -3,7% a/a ricavi pubblicitari 1* sem

(MF-DJ) L’Espresso ha registrato nel primo semestre un calo dei ricavi pubblicitari del 3,7%. Le tendenze, si legge in una nota, sono contrastanti: se radio ed internet hanno mostrato una dinamica positiva, la raccolta su stampa riflette l’andamento ancora negativo del mercato. La radio e’ cresciuta del 3,5%, con una dinamica molto positiva di Radio Capital e m2o. Internet, in controtendenza rispetto al mercato, ha registrato una crescita del 2,8% sostenuta anche dal confermato posizionamento di leader di Repubblica.it, la cui Total Digital Audience ammonta a 1,6 milioni di utenti unici giornalieri, con un distacco del 21% sul secondo sito; positivo anche l’andamento dell’audience dei siti dei quotidiani locali che hanno raggiunto una Total Digital Audience media di 418 mila utenti unici giornalieri (+6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente). (MF-DJ, 22 luglio 2015)