New media

28 luglio 2015 | 11:11

“Un cantiere in evoluzione”. Laura Boldrini racconta al ‘Corriere della Sera’ come sarà la ‘dichiarazione dei diritti di Internet’

(ANSA) La ‘Dichiarazione dei diritti in Internet’, che sarà presentata stamani a Montecitorio, è “un cantiere in evoluzione” su cui si “continuerà a lavorare”. Lo afferma la presidente della Camera Laura Boldrini, in un colloquio con il Corriere della Sera

Laura Boldrini (foto Olycom)

Laura Boldrini (foto Olycom)

in cui sottolinea come sia “la prima volta che un Parlamento produce una dichiarazione sui diritti di Internet di ispirazione costituzionale e di portata internazionale”. Internet è “essenziale nella vita di ognuno di noi e nelle possibilità di sviluppo dei singoli cittadini e delle aziende”. Ecco perché, spiega Boldrini, bisogna intervenire “con investimenti pubblici nelle infrastrutture per azzerare il divario digitale in tutto il Paese”, ma è anche necessario fissare “un insieme di principi”. A partire dall’ articolo 2, secondo cui l’ accesso a Internet è un diritto fondamentale. In merito all’ articolo 3, in cui si fa riferimento a “creazione, uso e diffusione della conoscenza in Rete intesa come bene accessibile e fruibile da parte di ogni soggetto”, per Boldrini l’ accesso alla conoscenza e la tutela del diritto d’ autore “coesistono in modo molto equilibrato”, poiché “nello stesso articolo si afferma che debbono essere presi in considerazione i diritti derivanti dal riconoscimento degli interessi morali e materiali legati alla produzione delle conoscenze”. (ANSA, 28 luglio 2015)