29 luglio 2015 | 11:44

Sec è la prima agenzia di comunicazione occidentale a sbarcare in Iran grazie all’accordo con la società di consulenza Pat. Il presidente Tagliabue: prosegue la nostra strategia di internazionalizzazione

A pochi giorni dal via libera del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite all’entrata in vigore dell’accordo sul nucleare iraniano, il Gruppo SEC annuncia oggi, 29 luglio 2015, di aver siglato un accordo di cooperazione con la società l’iraniana PAT, gruppo di società indipendenti di consulenza che opera in Italia, Iran ed Emirati Arabi.

Fiorenzo Tagliabue (foto Studio Franceschin)

Fiorenzo Tagliabue (foto Studio Franceschin)

Una partnership che, come ha spiegato l’ad di Sec Cesare Valli, è finalizzata a “servire tutte le società italiane interessate all’Iran, e attraverso il nostro network, quelle europee che avessero necessità di assistenza nell’area public affairs e relazioni istituzionali in questo importantissimo mercato che si apre al mondo”.
Come sottolinea il comunicato stampa, il via libera all’accordo sottoscritto con gli Stati Uniti e l’Unione Europea apre importanti opportunità commerciali in un’economia che già oggi vale 400 miliardi di dollari e su un mercato borsistico di 100 miliardi di dollari, dove secondo gli osservatori internazionali verrà investito, solo nel primo anno successivo alla fine delle sanzioni, circa un miliardo di dollari.

“Questo nuovo accordo – ha sottolineato il presidente del Gruppo, Fiorenzo Tagliabue – è un ulteriore passo nella strategia di internazionalizzazione che SEC ha intrapreso e che proseguirà con decisione anche nei prossimi mesi. Possiamo guardare con serenità a questi Paesi, e in generale al Vicino e Medio Oriente, perché abbiamo investito in questi anni in risorse specializzate nella conoscenza della cultura, della lingua e della finanza islamica”.

Hamidreza Amininasab, managing director di PAT, commenta in questo modo l’accordo: “La nostra società opera da diversi anni con successo nel mercato iraniano, negli Emirati Arabi Uniti ed Italia, favorendo l’interscambio commerciale con l’Iran, fornendo consulenza strategica e formazione alle imprese. Con questo importante accordo strategico con SEC allarghiamo la sfera dei nostri servizi all’ambito della consulenza di comunicazione ed estendendo anche la capacità operativa ai paesi Europei dove SEC opera. Insieme potremmo ancor meglio valorizzare le formidabili opportunità commerciali, sociali e culturali che la nuova apertura dei mercati potrà portare”.