29 luglio 2015 | 19:12

Alexander Wang ha chiuso con Balenciaga

Come anticipato da Prima Comunicazione nel numero in edicola, Alexander Wang da oggi non è più lo stilista di Balenciaga. Sarà presente, però, alla sfilata della prossina Paris Fashion Week in ottobre con l’ultima collezione disegnata da lui.

Alexander Wang

Lo annuncia oggi Kering, il conglomerato del lusso proprietario del marchio francese, che in comunicato scarno precisa anche che è già in corso la ricerca per il successore di Wang.

La risoluzione del rapporto tra Wang e Kering-Balenciaga avviene attraverso la formula del “non rinnovo del contratto”. Wang era arrivato da Balenciaga tre anni fa in sostituzione di Nicolas Ghesquière, che in 15 anni alla direzione creativa, aveva re-invetato il marchio fino a renderlo uno dei più cool della moda francese. Allepoca, l’allontanamento di Ghesquière è stato motivato con una visione in contrasto tra la proprietà e il direttore creativo sullo sviluppo del marchio. Ghesquière accusava il nuovo ceo di Balengiaga, Isabelle Guichot, di essere interessata solo al marketing e non a una visone di moda. La separazione fu inevitabile, con un strascico di cause legali terminato con la nomina di Ghesquière alla direzione creativa di Louis Vuitton del gruppo concorrente Lvmh.

Dopo tre anni, il lavoro di Wang si è dimostrato inutile perfino a perseguire il progetto di marketing ideato dalla Guichot, che aveva ritenuto lo stilista cino-americano adattissimo alla nuova fase di Baleciaga perché uno dei più famosi stilisti americani specializzato in quello che, allora, chiamavano il miracolo delle Contemporary Collection. Un percorso del tutto fallimentare: in tre anni, il best seller di Balengiaga è ancora la borsetta disegnata da Ghesquière una decina di anni fa. Il che dimostra che la classe dirigente del business della moda è molto meno preparata dei consumatori.