Comunicazione, New media, Pubblicità 

30 luglio 2015 | 14:14

Anche Facebook si prepara per le presidenziali americane del 2016. Allo studio diversi sistemi per aumentare la possibilità dei candidati di raggiungere i potenziali elettori

(ANSA) Facebook si prepara alle elezioni 2016. E rafforza i propri team che si occupano di governo e politica, per farsi trovare pronta. Il social media si mette a disposizione dei candidati offrendo nuovi strumenti per le loro campagne elettorali

Hillary Clinton (foto Olycom)

Hillary Clinton (foto Olycom)

con i quali raggiungere più facilmente gli elettori. Secondo quanto riporta il New York Times, in pubblicità politiche saranno spesi miliardi di dollari e Facebook – con i suoi 189 milioni di utilizzatori al mese negli Stati Uniti – e’ in corsa per aumentare la propria quota di raccolta pubblicitaria. Fra gli strumenti a disposizione per la campagna elettorale 2016 ci sono le migliori capacita’ video: da quando Facebook ha annunciato le sue nuove capacità video nel settembre 2014 ha raggiunto quota 1 miliardo di video visti al giorno. Ma anche la possibilità di tenere sessioni di domande e risposte, come ha fatto Hillary Clinton, la candidata democratica, il mese scorso. ”Facebook sarà mostruosa nella raccolta pubblicitaria del 2016. Ha l’audience più ampio, la più vasta gamma di strumenti pubblicitari, l’approccio più aggressivo per consentire a una campagna di massimizzare la sua efficienza e minimizzare gli sprechi” afferma Zac Moffatt, co-fondatore di Targeted Victory, società tecnologica repubblicana che ha guidato la campagna digitale di Mitt Romney, candidato nel 2012. Ma le capacità di Facebook si accompagnano ai timori in termini di privacy, con gli ‘amici’ che non sono consapevoli – mettono in guardia i critici – delle informazioni di cui Facebook è a disposizione e del loro uso. (ANSA, 29 luglio 2015)