Comunicazione, New media

30 luglio 2015 | 14:31

Dopo i messaggi ‘usa e getta’ Snapchat, Gmail sdogana le mail che si autodistruggono

(ANSA) Sulla scia del fenomeno dei messaggi “usa e getta” stile Snapchat e Telegram, d’ora in poi anche le e-mail spedite con Gmail, il servizio di posta elettronica di Google, si potranno autodistruggere.

Larry Page

Larry Page, ceo di Google

L’opzione è possibile con Dmail – una estensione al programma per navigare online Google Chrome – che permette di impostare l’autodistruzione di un messaggio anche dopo averlo inviato. La novità arriva ad un mese dalla funzione introdotta sempre da Google per poter annullare l’invio di un messaggio entro 30 secondi senza che il destinatario ne vedesse traccia. Ma Dmail va ben oltre. Non è una funzione lanciata direttamente da Google, ma uno strumento sviluppato dal team di Delicious che funziona come aggiunta – in gergo estensione – al browser Chrome. Dmail, come riportato da The Verge, consente all’utente di revocare al destinatario del messaggio la possibilità di accedervi, in qualsiasi momento successivo all’invio dell’e-mail. Si può anche impostare un vero e proprio timer per rendere automaticamente illeggibile una e-mail. Dmail non elimina i messaggi dalle caselle di posta dei destinatari, ma ne cripta e decripta la posta su richiesta del mittente.

Il team che ha sviluppato Dmail punta a rendere disponibile lo strumento anche per dispositivi iOS e Android entro la fine dell’anno e di estendere la possibilità di autodistruzione anche agli allegati delle e-mail. Per ora la funzione può essere provata in versione beta, cioè di prova, gratuitamente. (ANSA, 30 luglio 2015)