L’appello del sindacato dei giornalisti Rai: riaprire il confronto sul ddl

(ANSA) ”Il no del Senato alla delega sul canone è un fatto positivo. Lo avevamo detto da subito: le due deleghe su canone e missione erano pericolosissime perché mettevano a rischio la libertà e l’indipendenza della Rai Servizio Pubblico. Ora, dopo la bocciatura in Senato, e dopo essersi arreso alla Legge Gasparri, il governo si fermi e riapra il confronto sulla riforma della Rai”. Lo sostiene l’Esecutivo Usigrai in una nota. ”Oggi come ieri siamo convinti che solo con il dialogo aperto, con i cittadini e con i dipendenti, si può costruire il Servizio Pubblico del futuro”, conclude il sindacato dei giornalisti Rai.(ANSA, 30 luglio 2015)

Vittorio Di Trapani, segretario Usigrai

Vittorio Di Trapani, segretario Usigrai

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi