Televisione

30 luglio 2015 | 22:09

Il senatore Buemi rinuncia al ruolo di correlatore del ddl Rai: divergenze rispetto ai contenuti degli emendamenti con l’altro relatore

(ANSA)  Il senatore di Psi Enrico Buemi ha comunicato all’Aula del Senato la decisione di rinunciare al ruolo di correlatore al disegno di legge di riforma della Rai. Unico relatore resta dunque Raffaele Ranucci (Pd).

Enrico Buemi (foto di Olycom)

Enrico Buemi (foto di Olycom)

Buemi ha spiegato di aver preso la decisione a seguito di “divergenze nelle valutazioni rispetto ai contenuti degli emendamenti” con l’altro relatore Raffaele Ranucci. “Avevo una posizione più flessibile e aperta su alcuni punti – ha spiegato -, e penso che se si fosse seguita un’altra strada avremmo evitato di andare in minoranza sull’art.4″. (ANSA, 30 luglio 2015)

Rai: Gasparri, Buemi lascia per non mortificare Camere

(ANSA) “Voglio ringraziare il senatore Buemi per l’onestà intellettuale che ha dimostrato nel corso dell’esame del fallito tentativo del Governo di modificare un articolo della legge Gasparri. Buemi ha poco fa rinunciato all’incarico di relatore del provvedimento perché ritengo non condivida il tentativo, tra l’altro zoppicante, di mortificare il Parlamento per dare al Governo poteri incostituzionali in materia di servizio pubblico. Buemi ha sempre criticato questa manovra, che viene rilanciata nonostante sia già chiaramente fallita”. Lo dichiara il senatore di FI, Maurizio Gasparri. (ANSA, 30 luglio 2015)