Televisione

31 luglio 2015 | 17:15

Renzi sul ddl Rai: lo stop di ieri non ha pregiudicato la conclusione del percorso in Senato. Il nuovo Cda non sarà a tempo. E sulla questione canone vedremo se correggere il testo alla Camera

(MF-DJ) Il progetto di riforma della Rai ha “ottenuto il via libera del Senato, con qualche incidente ieri, che pero’ non ha pregiudicato la conclusione del percorso al Senato”. Lo afferma il premier Matteo Renzi nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi. (MF-DJ, 31 luglio 2015)

Matteo Renzi (foto Olycom)

Rai: Renzi; nuovo cda prescritto da legge, non sara’ a termine
(MF-DJ)”Ho chiesto al Parlamento di approvare la riforma della Rai in tempo perche’ siamo in prorogatio ormai da mesi. Siamo al 31 luglio, il cda e’ scaduto gia’ da mesi ed e’ giusto che se ne possa avere uno nuovo. E’ la legge che lo prescrive”.
Lo ha affermato il premier, Matteo Renzi, durante una conferenza stampa aggiungendo che “non sara’ un consiglio di amministrazione a termine e durera’ tre anni da agosto 2015 a bilancio 2017″. Renzi ha precisato di aver scelto di non fare un decreto “in una logica di rispetto e con un iter normale. Ma la Rai e’ grande azienda ha bisogno di piena e totale corrispondenza della legge con la governance”.
Il premier ha poi ribadito che “il modello politica – Rai e’ un modello alla Bbc: di assoluta indipendenza dove il Governo nomina il presidente e il direttore generale per cui faremo quello che e’ doveroso: offrire nomi piu’ autorevoli e competenti”, concludendo che “il 7 agosto avremo la possibilita’ di avere un cda operativo in carica come e’ doveroso che sia”. (MF-DJ, 31 luglio 2015)

Rai: Renzi, vedremo se il 7/8 avremo cda in carica e operativo
(AGI)  ”Vediamo se il sette avremo la possibilita’ di avere un cda in carica e operativo come e’ giusto. Sarebbe stata una assurdita’ giuridica non rinnovare il cda in attesa della riforma”. Lo ha detto il presidente del consiglio Matteo Renzi in conferenza stampa a Palazzo Chigi. “E’ la legge che prescrive di cambiare il cda. Chi chiede di non cambiare il cda cheide una cosa che confligge con le regole del diritto”, ha aggiunto Renzi. “Se hai fatto in consigliere di amministrazione per tre anni, ci dirai che cosa hai fatto, quali risultato hai raggiunto, ha concluso Renzi. (AGI, 31 luglio 2015)

Rai: Renzi, su canone vedremo se correggere a Camera
(ANSA) “Vedremo se e come correggere alla Camera il testo”. Lo dice il premier Matteo Renzi in conferenza stampa a Palazzo Chigi, parlando dell’articolo della riforma della Rai che prevedeva la delega al governo sul canone che è stato soppresso al Senato. (ANSA, 31 luglio 2015)

Rai: Renzi,su canone si può intervenire anche in l.Stabilità
(ANSA) Nell’articolo bocciato in Senato della riforma della Rai “credo ci fossero alcuni punti interessanti, anche sulle emittenti locali” non solo sul canone sul quale “il governo può sempre intervenire, basta che faccia una proposta in legge di stabilità”. Così il premier Matteo Renzi al termine del Cdm. (ANSA, 31 luglio 2015)