L’Anac, Associazione Nazionale Autori Cinematografici, sul Cda Rai: vi siano competenze su cinema e audiovisivo

(ANSA) L’Associazione Nazionale Autori Cinematografici, “che si riserva di esprimere in maniera più organica le proprie considerazioni sulla riforma del servizio pubblico alla ripresa dei lavori parlamentari alla Camera, in considerazione dell’accelerazione imposta alle nomine della Rai, auspica che nel prossimo Consiglio di Amministrazione vi siano competenze e sensibilità in grado di affrontare il tema decisivo del cinema e dell’audivisivo”. “I nuovi consiglieri – sottolinea l’Anac in una nota – dovranno essere in grado di leggere e gestire un cambiamento che diverrà irreversibile ed epocale non appena dispiegherà i suoi effetti la realizzazione del Mercato Unico Digitale. In questo nuovo scenario il servizio pubblico deve tornare a svolgere il proprio ruolo determinante ponendo prioritariamente al centro delle sue strategie il cinema e l’audiovisivo”. (ANSA, 3 agosto 2015)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi