Giulietti, portavoce di Articolo 21: non ci sono le condizioni politiche necessarie per una mia nomina nel Cda Rai

(ANSA) ”Ringrazio i parlamentari, per altro di gruppi politici diversi, che hanno ritenuto di proporre, sia pure in modo informale, la mia candidatura per il Consiglio di amministrazione della Rai, ma ritengo che non ci siano le condizioni politiche necessarie”.

Giuseppe Giulietti

Lo scrive in una nota il portavoce di Articolo21 Giuseppe Giulietti. ”In questo momento e con questo metodo elettorale, una mia candidatura rischia solo di essere divisiva e di produrre una dispersione di voti non auspicabile e persino pericolosa per il futuro della Rai medesima. Per altro – aggiunge Giulietti – alcune delle candidature già annunciate o in via di presentazione hanno quei requisiti di autorevolezza, autonomia, e passione per l’articolo 21 della Costituzione indispensabili per assicurare un futuro alla più grande industria culturale nazionale”.(ANSA)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi