Diaconale sul caso pensionati nel nuovo Cda Rai: non rinuncio alla mia pensione, la legge è dalla mia parte

(AGI) Nessuna intenzione di rinunciare alla pensione per il fatto di essere componente del Cda Rai. Arturo Diaconale mette le cose in chiaro al quotidiano online Affaritaliani.it dichiara “non rinuncio alla pensione

Arturo Diaconale (foto Olycom)

perche’ questa interpretazione della legge data, secondo cui o si rinuncia alla pensione oppure si deve rinunciare a una nomina fatta dal Parlamento, e’ sbagliata e quindi il problema non esiste”. E quindi dell’argomento “si e’ parlato in maniera sbagliata. Questa e’ l’interpretazione mia ed e’ quella dei giuristi e degli avvocati a cui ho chiesto l’interpretazione esatta”. Le eventuali polemiche – aggiunge il neo consigliere di viale Mazzini – “se di natura politica, sono assolutamente legittime. Io non le metto in discussione. La normativa e’ la normativa, la legge e’ la legge e la Costituzione e’ la Costituzione. E poi francamente io per natura, per abitudine e per storia professionale non mi faccio spaventare dalle polemiche di tipo intimidatorio”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi