Comunicazione

11 agosto 2015 | 10:06

Conto alla rovescia per la privatizzazione di Poste Italiane. Il debutto previsto per il 3 novembre

(MF-DJ) Scatta oggi il conto alla rovescia per la privatizzazione di Poste Italiane, con l’esordio a piazza Affari previsto per il 3 novembre. In mattinata, scrive il Messaggero, i consulenti del gruppo guidato da Francesco Caio depositeranno in Consob la bozza del corposo prospetto relativo all’offerta globale sul 40%,

Francesco Caio (foto Olycom)

Francesco Caio, ad di Poste Italiane (foto Olycom)

suddiviso in un’offerta pubblica (retail) pari al 30% e un’offerta istituzionale (70%) estesa anche negli Stati Uniti, secondo la regola 114A che disciplina la vendita oltreoceano, escludendo il mercato dei risparmiatori.

La quotazione, spiega il quotidiano, riguarda l’intero perimetro di Poste Italiane, anche se viene precisato che Banca del Mezzogiorno e Mistral non sono core. Dopo la consegna della documentazione alla Consob, le parti vanno in vacanza fino al 24: secondo il calendario redatto da consulenti legali, advisor e banche del consorzio, da allora iniziera’ il confronto fra le parti che, se non dovessero nascere sorprese, potrebbe portare al via libera alla pubblicazione del prospetto il 14 ottobre. L’offerta dovrebbe partire lunedi’ 19 e durare fino a giovedi’ 29, in vista del debutto del 3 novembre. Intanto il prossimo Cda di Poste dovrebbe riunirsi il 10 o l’11 settembre per cooptare il sostituto di Antonio Campo Dall’Orto e procedere alla composizione dei tre comitati. Nel precedente Cda il Cfo Luigi Ferraris ha lasciato a un suo collaboratore l’incarico di dirigente preposto ai documenti contabili. (MF-DJ, 11 agosto 2015)