Editoria, Televisione

31 agosto 2015 | 14:27

Giornalista cinese si scusa in tv: ho turbato il mercato causando perdite in Borsa per il Paese e per gli investitori, mi dispiace

(AGI/AFP) Con il suo articolo ha provocato “enormi perdite” in Borsa e ora il giornalista cinese Wang Xiaolu confessa in tv di aver “turbato il mercato” e si scusa. “Non avrei dovuto pubblicare quella notizia in un momento cosi’ sensibile, ho causato enormi perdite per il Paese e per gli investitori, sono profondamente dispiaciuto”, ha affermato Wang, arrestato a luglio dopo aver scritto un articolo nel quale annunciava l’intenzione del governo di ritirare fondi dal mercato.

Secondo quando riferito da Xinhua, Wang e’ stato arrestato per aver inventato e diffuso notizie false che “hanno causato il panico e disordine nel mercato azionario, minando seriamente la fiducia e provocando enormi perdite al Paese e agli investitori”. Le autorita’ locali hanno annunciato che negli ultimi giorni sono state punite 197 persone, colpevoli di aver “diffuso indiscrezioni online” su temi finanziari e sull’esplosione nel porto di Tianjin, avvenuto lo scorso 12 agosto. Sul caso del giornalista si era espressa la settimana scorsa l’organizzazione Reporter senza frontiere che aveva sottolineato come fosse “assurdo” accusare un reporter per il crollo dei mercati in Cina. Reporter senza frontiere aveva quindi chiesto l’immediato rilascio di Wang. (AGI, 31 agosto 2015)