01 settembre 2015 | 9:00

Il nuovo sistema operativo di Apple blocca la pubblicità. L’iOS9 includerà Apple News, app che ospita articoli dei maggiori gruppi editoriali

La prossima versione del sistema operativo per dispositivi mobili di Apple, in uscita a breve, permetterà di installare applicazioni che bloccano la comparsa di inserzioni pubblicitarie sul browser Safari. La questione sta già scatenando tensioni tra il gruppo di Cupertino, Google ed editori online.

Tim Cook, Ceo di Apple

Tim Cook, Ceo di Apple (foto Olycom)

Lo riferisce Askanews secondo cui una simile possibilità a portata di mano di centinaia di milioni di persone dotate di iPhone e iPad rischia di mandare in tilt un mercato del marketing mobile che annualmente vale 70 miliardi di dollari. In esso gruppi editoriali e aziende tecnologiche sperano di generare ancor più ricavi grazie a un’audience in crescita. Ma se sempre più utenti vedono meno messaggi promozionali, quel giro d’affari verrà colpito negativamente.

La mossa di Apple è destinata a pesare anche su Google, le cui entrate da pubblicità su Internet superano quelle di ogni altra azienda al mondo.

Come spiegato al Wall Street Journal da Sean Blanchfield – amministratore delegato di PageFair, azienda che aiuta gli editori a lottare contro il blocco delle pubblicità – “Apple sta per creare nei consumatori un appetito enorme per le app che bloccano la pubblicità”. E la portata di una simile strategia è vasta visto che gli utenti iOS trascorrono più tempo sui loro dispositivi rispetto a quelli che invece usano smartphone o tablet dotati del sistema operativo Android di Google (dunque quegli utenti sono più redditizi agli occhi degli inserzionisti).

La speranza di chi compra spazi pubblicitari è che le persone non abbiano voglia di cercare e poi installare app anti-pubblicità, un passo extra da fare visto che non è Apple a creare ed offrire questi specifici software ma sviluppatori a cui viene concesso di lavorare nell’ambito del sistema iOS9. Va fatta però una distinzione: Apple non permetterà il blocco delle pubblicità all’interno di app. Al gruppo d’altra parte va il 30% dei ricavi generati dalle app e a sua volta gestisce attività dedicate proprio a messaggi promozionali dentro le app. L’iOS9 inoltre includerà Apple News, la app che ospiterà articoli dei principali gruppi editoriali. Apple potrebbe intascare una porzione delle entrate derivanti da pubblicità associate a quegli articoli.