03 settembre 2015 | 18:30

Mediaset sull’ipotesi Rai 4 su Sky: la ritrasmissione non sia gratuita

Dopo le indiscrezioni circolate ieri al termine del Cda Rai sull’idea del dg Campo Dall’Orto di rendere visibile anche Rai 4 al canale 104 di Sky, andando a occupare il posto lasciato libero, forse già da liunedì prossimo, da Retequattro nel caso in cui realmente Mediaset decidesse di oscurare i suoi canali sulla pay tv, si riaccende l’attenzione sulla questione dei diritti di ritrasmissione dei canali free.

Gina Nieri (foto Olycom)

Gina Nieri, consigliere di amministrazione Mediaset, che a luglio, discutendone in un work shop, aveva annunciato l’intenzione del Biscione di aprire un tavolo per confrontarsi sul tema con la tv di Murdoch, raggiunta telefonicamente da Repubblica non ha voluto commentare le voci circolate, ha ricordato come a luglio Mediaset abbia “sposato una linea di difesa dei nostri contenuti quando vengono rilanciati da una qualsiasi emittente a pagamento”, chiedendo un compenso per i suoi canali. “È positivo se anche la Rai rivendicherà la remunerazione dei propri contenuti gratuiti a carico di operatori che li includeranno nelle loro offerte a pagamento. E immaginiamo che, come già per le reti generaliste, anche l’ipotesi di Rai4 su Sky rientrerà in questa fattispecie” ha concluso la Nieri, sottolineando come la Rai possa contare sulla delibera 128 del Garante che prevede proprio un pagamento per i canali rilanciati da Sky. Delibera che però la tv di Murdoch ha impugnato davanti al al Tar del Lazio congelandone gli effetti.