07 settembre 2015 | 12:08

Se i novant’anni si festeggiano (anche) sui social: il compleanno di Andrea Camilleri

La festa non si è fermata nella sua Sicilia, ma ha investito tutta Italia. Quasi un secolo di vita non è abbastanza per stare lontano dai social. E se Andrea Camilleri, che ieri, 6 settembre, ha spento novanta candeline, non bazzica su twitter, ci ha pensato Rosario Fiorello – seguito a ruota dai suoi fan, da politici, scrittori e case editrici – a inventarsi un hashtag per l’occasione: #camilleriunpezzoda90. E non solo. Nei suoi auguri – 140 caratteri sono pochi, meglio un filmato – si inventa anche un nuovo social network. L’ha chiamato Smokebook, “dove si riuniranno tutti quelli che si fumano anche i libri”. Fiorello si fa un video-selfie in primissimo piano e scimmiotta l’accento siciliano, condito dalla voce roca data dalle troppe sigarette, tipica dello scrittore che ha venduto 30 milioni di copie (qui il video di Fiorello).

Pietro Grasso, presidente del Senato, ma prima di tutto un siciliano, partecipa alla festa e fa gli auguri al papà di Montalbano. L’uso del dialetto è d’obbligo: “Sta iurnata è festa ranni, caro Andrea fai novant’anni, i cannili l’hai astutari ma nun ti l’hai a fumari”. E poi si risale lo stivale, dalla Puglia – con Nichi Vendola – alla Lombardia di Umberto Ambrosoli. Anche la sua torta di compleanno è finita su twitter: troneggia sul profilo dell’attrice Nellina Laganà.

Anche la Rai, la sua casa per tanti anni, e che da tempo ha accolto il suo personaggio letterario più famoso, l’ispettore Montalbano, ha organizzato qualcosa per lui. Prima i video-auguri di Luca Zingaretti al tg1, con una dedica “al novantenne più straordinariamente giovane che io abbia mai conosciuto”. Poi in seconda serata su Rai3 un documentario sul suo lavoro nella televisione pubblica, dal titolo ‘Io e la Rai’. La casa editrice che lo segue da sempre, la palermitana Sellerio, ha già pensato a un regalo speciale: due ebook in vendita fino a ieri, 6 settembre, che raccolgono i tanti, tantissimi romanzi di Montalbano. E da oggi, 7 settembre, esce in tiratura limitata il cofanetto ‘I sogni di Andrea Camilleri’ e il volume celebrativo ‘Gran teatro Camilleri’. Il compleanno si conclude ad Agrigento, la sua città, dove il sindaco Lillo Firetto ha avviato la procedura per consegnare allo scrittore la cittadinanza onoraria.

“Quanti ce ne sono di scrittori italiani migliori di me” dice Camilleri al tg1, ma per il momento è lui a portare su una mano l’orgoglio letterario d’Italia. L’altra no. È sempre impegnata. A scrivere o a tenere un’immancabile sigaretta.