09 settembre 2015 | 16:04

La7 presenta la 76° edizione di Miss Italia. Simona Ventura: obiettivo è anche parlare di integrazione e violenza sulle donne (VIDEO)

Miss Italia riparte per la seconda edizione consecutiva sul canale La 7 da venerdì 18 settembre, per tre serate. Al timone di nuovo Simona Ventura, che alla conferenza stampa di presentazione annuncia una rinnovata attenzione per l’integrazione e i temi sociali. Tra le 33 concorrenti finaliste, selezionate dal gruppo di 10 mila aspiranti miss, ci saranno ‘nuove italiane’ – una nigeriana valdostana, ma anche una italo-brasiliana – e due rappresentanti della categoria ‘curvy’, scelte dal popolo del web con un concorso online. Si, perchè Miss Italia è sempre più social. Gli organizzatori assicurano che ci sarà un coinvolgimento costante e la possibilità, per gli utenti, di partecipare alla gara con commenti e osservazioni. Da subito: è già nato su Twitter l’hashtag #lamiamiss. A cui seguiranno dirette Periscope e filmati che mostrano la vita quotidiana delle ragazze durante il concorso. Il sito www.missitalia.it, a detta dei promotori del programma, è diventato un punto di riferimento per i fan. Durante la pubblicazione dei nomi e delle foto delle miss alle prefinali, sono state registrate ventimila visite in tre ore. Inoltre, sul sito di La7, una sezione è dedicata ai contributi inediti che raccontano il percorso delle ragazze.

Clarissa Marchese – miss Italia 2014, Patrizia Mirigliani – presidente miss Italia, Simona Ventura – conduttrice di miss Italia 2015

Al Pala Arrex di Jesolo, la sede di Miss Italia per il terzo anno, sono tanti gli ospiti invitati. Massimo Ferrero, produttore cinematografico e presidente della Sampdoria, vestirà i panni di ‘presidente del popol0′. Affiancherà la Ventura nella conduzione, e – oltre ad assicurare divertimento e momenti imprevedibili – darà anche alla neoeletta Miss Italia una parte nel suo prossimo film. Una novità di questa edizione è la presenza di tre ‘tutor’. Un grande rappresentante del cinema italiano, Claudio Amendola, il ‘restaurant man’ Joe Bastianich e il poliedrico personaggio Vladimir Luxuria, saranno dei giudici speciali che, oltre a esprimere la propria valutazione sulle ragazze, guideranno nella preparazione un gruppo di undici concorrenti l’uno. Per la parte musicale, già confermata la presenza di Giusy Ferrero e Baby-K e, nella serata finale, Morgan.

Miss Italia non è solo estetica. Il presidente del programma, Patrizia Mirigliani, ha raccontato, durante la conferenza stampa, l’iniziativa organizzata per sensibilizzare il pubblico riguardo al tema della violenza sulle donne. Un premio letterario dal titolo ‘donne, stop alla violenza’, a cui hanno già deciso di partecipare molti scrittori, e una campagna mediatica: gli spot ‘io sono mia’ stanno già uscendo nei giorni precedenti al primo appuntamento del concorso di bellezza. Maria Zuccarelli, la promotrice del progetto, ha poi annunciato che a marzo 2016 verrà presentato una raccolta di tutti gli scritti ricevuti. I ricavi saranno devoluti a cinque associazioni che lavorano per la tutela della donna.

“Diamo a La 7 il grande merito di aver promosso Miss Italia, che era stata immotivatamente esclusa dalla Rai dopo tanti anni” ha detto Simona Ventura durante la conferenza. L’emittente di Urbano Cairo ha già ospitato il programma per due anni. Verrà comunicato il giorno dopo la finale se il contratto sarà rinnovato anche per il 2016.

Nel video: Simona Ventura spiega le ‘regole del gioco’ di questa edizione e il ruolo dei tre giudici/tutor: Claudio Amendola, Joe Bastianich e Vladimir Luxuria