11 settembre 2015 | 12:50

Ied, l’istituto europeo di design, offre cinquanta borse di studio per festeggiare mezzo secolo di vita

50 anni di Ied, 50 borse di studio. Nome del progetto: 50/50. È un fondo – come spiega un comunicato – che offre a 50 studenti la possibilità di iscriversi ai corsi triennali in lingua italiana o inglese, erogati in Italia. Tutto pagato per tre anni. L’istituzione di una borsa di studio, tesa ad agevolare i più meritevoli con minori possibilità economiche, si presenta come un’occasione per chi vorrebbe intraprendere una carriera nelle aree del design, della moda, della visual communication e del management e comunicazione. Pochi e semplici i requisiti che lo studente deve possedere per partecipare alla selezione: non aver compiuto 27 anni di età, avere la residenza italiana, figurare nella fascia di reddito inferiore ai 20.000 €/anno e aver ottenuto un voto di maturità pari o superiore a 90/100. Grazie a 50/50, lo studente potrà iscriversi al corso triennale da lui prescelto, tra quelli selezionati per questa iniziativa, con una retta fissa annuale agevolata pari a 5.000 € che gli sarà rinnovata negli anni successivi purché mantenga la media di almeno 28/30.

Maurizio Cortese, direttore generale del Gruppo Ied

Maurizio Cortese, direttore generale del gruppo Ied

Il 21 settembre 2015 saranno invitati presso le diverse sedi Ied italiane (Milano, Roma, Firenze, Venezia, Torino, Cagliari, Como) i giovani studenti in possesso dei requisiti necessari, che si saranno in precedenza registrati su www.ied.it, per partecipare a un test di valutazione ai fini dell’ottenimento della borsa di studio. I 50 vincitori saranno proclamati il giorno successivo e avranno cinque giorni di tempo per completare l’iscrizione al corso triennale che più rispecchia la loro passione. Fiero della propria crescita in campo nazionale e internazionale, Ied sceglie di onorare il suo successo restituendo valore alle ‘fucine’ Ied sparse in tutt’Italia, da Milano a Cagliari, da Torino a Roma, da Firenze a Venezia e Como.

“Ied è stato fondato nel 1966 sull’idea che il sapere e il saper fare debbano crescere insieme. Nel rispetto delle logiche del mercato e dei principi della formazione di alto livello, abbiamo scelto una metodologia didattica innovativa – commenta il direttore generale Maurizio Cortese – che nel corso di questi primi 50 anni di attività non ha mai smesso di essere attuale. Offrire un’occasione, anzi 50 occasioni, ai futuri creativi di domani rappresenta per noi il modo migliore per festeggiare questo importante traguardo, un modo concreto e tangibile come da sempre è la filosofia Ied”.