11 settembre 2015 | 15:17

Dopo 6 anni torna in utile il bilancio della Juventus

Nell’anno del quarto scudetto consecutivo e della finale di Champions League, persa a Berlino contro il Barcellona di Messi e Neymar, altro successo per la Juve che vede i suoi conti tornare in attivo dopo sei anni, con un fatturato da 348,2 milioni e utili a 2,3 milioni. Questi i numeri approvati dal Cda del club bianconero, riunitosi oggi a Torino sotto la presidenza di Andrea Agnelli. Come si legge sull’agenzia Ansa, che riporta la nota del club, il bilancio per l’esercizio chiuso al 30 giugno 2015 conferma il trend di “netto miglioramento” dell’andamento economico. Rispetto alla perdita di 6,7 milioni dell’esercizio precedente, la variazione positiva è di 9 milioni.

Andrea Agnelli (foto Olycom)

Il miglioramento dei risultati economici è ancora più evidente a livello del risultato operativo, che passa da un utile di 8,8 milioni ai 19,3. Sale a 44,6 milioni il patrimonio netto, in aumento rispetto al saldo di 42,6 milioni del 30 giugno 2014. Obiettivo della società, per l’esercizio 2015/16, è quello di “consolidare il sostanziale equilibrio della gestione economica raggiunto nel precedente esercizio”, il cui risultato ad oggi è però previsto “in perdita” per le “significative” risorse destinate dal club ad un “adeguato ricambio tecnico e generazionale della rosa della prima squadra”.