Il Wall Street Journal torna al formato ‘broadsheet’ per l’edizione diffusa in Europa e Asia: più contenuti e approfondimenti

Il Wall Street Journal ha lanciato una nuova edizione ‘broadsheet’ (o formato ‘lenzuolo’) per l’Europa e l’Asia. Va a sostituire l’attuale misura tabloid del quotidiano venduto fuori dagli Stati Uniti, riporta BrandRepublic. Le testate diffuse nei due continenti sono state fuse dieci anni fa, insieme all’introduzione del formato di dimensioni ridotte. La nuova edizione, disponibile da lunedì a venerdì, verrà diffusa in tutte le capitali globali fuori degli Stati Uniti, come Londra, Francoforte, Hong Kong, Parigi e Shanghai. “Stiamo andando incontro al crescente numero di lettori che ci chiedono contenuti affidabili e approfondimenti nelle questioni che riguardano il business, combinato con un’indispensabile fonte di news sulla politica e l’economia americana” ha detto Gerard Baker, editor-in-chief del Wall Street Journal.

Gerard Baker (foto Howdidtheydoit.net)

Gerard Baker, editor in chief del Wall Street Journal (foto Howdidtheydoit.net)

E poi ha aggiunto “Il nuovo giornale migliorerà l’offerta per il lettori di tutto il mondo, e aiuterà anche a raggiungere nuovi utenti per le ricche piattaforme del nostro giornalismo globale digitale”. Il nuovo quotidiano ‘broadsheet’ include molte delle regolari sezioni, come ‘What’s News’, ‘Business & tech’, ‘Money & investing’, ‘Opinion’, ‘Mansion’, e ‘Off Duty’, oltre che a contenuti specifici regionali. Anche la diffusione di copie digitali per iPad e Android aumenterà.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Fnsi-Usigrai-Odg: basta lottizzazione. Serve legge che liberi la Rai dai partiti

Upa e Nielsen mettono online lo storico degli investimenti adv in Italia dal 1962 a oggi

Crédit Agricole tifa Inter. Maioli a Spalletti: sponsorizziamo la Francia e vince i Mondiali, ora tocca a lei…