TLC

17 settembre 2015 | 10:16

Vivendi vuole fermarsi al 19,9% in Telecom Italia. Il ‘Sole’: gli analisti rilanciano l’ipotesi di una fusione della telco italiana con Telefonica con i francesi azionisti di maggioranza

(MF-DJ) L’intenzione di Vivendi, almeno per ora, sarebbe quella di fermarsi al 19,9% di Telecom, senza superare la soglia informativa del 20%. Lo scrive ‘Il Sole 24 ore’ spiegando che l’aumento di peso dei francesi non sarebbe da interpretare come una mossa volta a evitare nell’immediato una prossima diluizione per via della conversione delle azioni di risparmio.

Arnaud de Puyfontaine (foto Olycom)

Telecom non ha fatto mistero di considerare le ipotesi della trasformazione in ordinarie delle azioni di risparmio con il pagamento di un conguaglio che permetterebbe alla societa’ di incamerare risorse fresche. Ma la conversione non e’ ritenuta praticabile finchè lo spread tra le due categorie di azioni restera’ al di sotto del 20%. Ieri, nonostante il divario sia tornato ad allargarsi, lo sconto delle risparmio rispetto alle ordinarie era ancora del 15,5%.

Mentre il ceo di Vivendi ha in programma una nuova missione in Italia per meta’ ottobre, tra gli analisti -prosegue il giornale- c’e’ chi rilancia l’ipotesi di una fusione tra Telecom e Telefonica, officiata dai francesi che diventerebbero cosi’ i soci di riferimento di entrambe le compagnie. (MF-DJ, 17 settembre 2015)