Mercato

22 settembre 2015 | 11:24

Oltre 200 mila libri donati alle scuole italiane grazie al progetto ‘Giunti al punto’

Si è conclusa anche quest’anno la campagna di promozione della lettura delle librerie ‘Giunti al Punto’ volta a diffondere il piacere di leggere a partire dai più piccoli: ben 212.894 libri sono stati donati alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie italiane: 188.092 i volumi raccolti grazie alle donazioni dei clienti nelle librerie Giunti al Punto, e 24.802 quelli donati dai numerosi sponsor che hanno aderito all’iniziativa; per citarne alcuni, Gardaland, Cameo, Skynet e Costanzelli Group.

Andrea Chiaramonti, ad di Giunti Scuola (Tomshw.it)

Numeri importanti che, sommati a quelli degli ultimi 5 anni, raggiungono un totale davvero incredibile: quasi 800.000 libri donati in 6 anni. “Il nostro obiettivo” – ha spiegato Jacopo Gori, direttore generale delle librerie Giunti al Punto – “è quello di mantenere un presidio permanente di raccolta, di donazione e di relazione, tra il territorio dove operiamo e i nostri clienti, e far capire quanto sia importante radicare queste iniziative”. Nelle prossime settimane i volumi raccolti verranno distribuiti nelle scuole con il contributo delle biblioteche locali che inviteranno le classi ad eventi e iniziative per sensibilizzare i bambini alla lettura, facendoli familiarizzare con i luoghi deputati alla cultura fin dalla prima infanzia. Giunti al Punto sosterrà tutti i costi di gestione dei centri di raccolta dei libri all’interno di ciascuna libreria. Nel 2014, con Aiutaci a crescere. Regalaci un libro!, sono stati donati 168.568 libri alle biblioteche scolastiche italiane. Nel 2013, oltre 20.000 scuole dell’infanzia e scuole primarie hanno ricevuto 150.802 libri per le loro biblioteche di classe. Nel 2012 con la campagna Dona un libro alla biblioteca della tua città sono stati regalati 96.406 libri alle biblioteche pubbliche; nel 2011 con l’iniziativa In ospedale c’è un bambino che… sono stati recapitati 113.885 libri nei reparti pediatrici degli ospedali italiani; nel 2010 con Regala un libro all’Aquila sono stati raccolti 37.420 libri per la ricostruzione delle biblioteche d’Abruzzo distrutte dal sisma del 2009.