Mercato

23 settembre 2015 | 10:45

Tim sostiene la campagna di comunicazione dei ‘global goals’ , i 17 obiettivi umanitari definiti dalle Nazioni Unite

Tim si impegna a sostenere, insieme altri operatori mobili e media di tutto il mondo, la campagna worldwide di comunicazione ‘The global goals for sustainable development’, coordinata dall’organizzazione ‘Project EveryOne’ in collaborazione con ‘The global goals e global citizen’, al fine di diffondere e incentivare la sensibilizzazione su 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile del pianeta definiti dall’organizzazione delle Nazioni Unite. Lo annuncia in un comunicato. Nel corso del ‘Sustainable development summit 2015′, in programma a New York il prossimo 25-27 settembre, i rappresentanti dei 193 Stati membri Onu porteranno, infatti, l’attenzione dell’opinione pubblica internazionale sui  global goals, sottoscrivendo 17 obiettivi e 169 target contenuti nella ‘Agenda per lo sviluppo sostenibile 2030′. Sconfiggere fame e povertà, combattere la disuguaglianza e l’ingiustizia sociale, porre fine allo sfruttamento eccessivo delle risorse ed affrontare i temi sul cambiamento climatico sono solo alcuni dei traguardi da raggiungere nei prossimi 15 anni.

Marco Patuano, ad di Telecom Italia (foto Online-news)

Marco Patuano, ad di Telecom Italia (foto Online-news)

Tim supporterà la campagna da oggi fino al 2 ottobre coinvolgendo la sua community nella condivisione dei #GlobalGoals, contribuendo così al target finale di raggiungere 7 miliardi di persone in 7 giorni per dire ‘It’s time to change the world’. Il sostegno avverrà tramite i siti tim.it e telecomitalia.com, oltre che con i profili social di gruppo cheseguiranno l’iniziativa attraverso post e tweet dedicati con l’hashtag #TellEveryone e con i quali sarà possibile conoscere gli eventi legati alla campagna di sensibilizzazione. Inoltre, dal 28 settembre Tim invierà un sms ed una newsletter ai suoi clienti per far conoscere gli obiettivi del progetto da cui dipende la qualità della vita delle nuove generazioni. L’iniziativa avrà un’ampia risonanza a livello internazionale, sostenuta infatti anche da artisti del calibro dei Pearl Jam, Beyoncé, Ed Sheeran e dei Coldplay che si esibiranno il 26 settembre al Central Park di New York durante il ‘Global citizen festival’.

I 17 global goals