23 settembre 2015 | 17:47

Il direttore di Rai 3, Vianello, dispiaciuto per le frasi di Renzi sui talk show si difende: anche l’anno scorso abbiamo fatto meno ascolti di Rambo

“Ballarò va avanti, tranquilli, sicuro”. Lo ha detto il direttore di Rai3, Andrea Vianello, oggi in conclusione della sua audizione in Commissione di Vigilanza Rai. Si è detto dispiaciuto – si legge su Ansa – di aver sentito pesanti critiche ai talk show dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi. E ha aggiunto: “In verità siamo andati ‘sotto’ Rambo con gli ascolti anche lo scorso anno. Mi spiaccio e non condivido che Ballarò possa essere definito come un programma che racconta solo cose brutte del paese. È nella natura del giornalismo fare un po’ il cane da guardia e andare a cercare ciò che non funziona, ma senza pregiudizio. Anzi, con autonomia e grande rispetto delle parti politiche e anche un certo travaglio di raccontare la verità oggettiva”.

Andrea Vianello (foto Olycom)

Andrea Vianello, direttore di Rai 3 (foto Olycom)

Anche il consigliere di amministrazione Rai, Carlo Freccero ha commentato su Repubblica l’episodio. “Le cose che ha detto sui talk può dirle dentro palazzo Chigi, fuori no. Se l’avesse mai dette Berlusconi sarebbe successo di tutto. Renzi sta portando a termine il suo programma. Se dire che Rambo è meglio di due talk è stata un’intemperanza, andiamo avanti. Ma – conclude – se è un mandato affinché queste idee vengano realizzate bisogna abbandonare il consiglio di amministrazione e passare ad altre forme di opposizione a questi editti. Solo il vero erede di Berlusconi poteva dire questo”.