Manager

28 settembre 2015 | 8:44

Luca de Meo, presidente del comitato esecutivo di Seat

Ha fatto notizia in Spagna, e non solo, il passaggio di testimone ai vertici del gruppo automilistico Seat tra Jürgen Stackmann, chiamato   alla   Volkswagen con l’incarico di Vicepresidente Vendite, Marketing e After Sales,  e Luca de Meo, membro del consiglio di amministrazione della Audi AG per le Vendite e il Marketing che dal 1 novembre assumerà il ruolo di Presidente del Comitato esecutivo di Seat, S.A.

Luca de Meo (foto Olycom)

Luca de Meo (foto Olycom)

Il cambio in Spagna fa parte del risiko innescato dal consiglio di sorveglianza del Gruppo Volkswagen che ha deciso di varare urgentemente il piano di ristrutturazione, a cui l’azienda stava lavorando da tempo, per affrontare gli effetti catastrofici dello scandalo delle emissioni truccate che ha travolto il gruppo tedesco nelle ultime settimane. Jürgen Stackmann, conquista una posizione di grande rilievo grazie agli ottimi risultati ottenuti come capo della Seat dove dal maggio 2013 ha guidato il riposizionamento del marchio in Europa. Come gli ha riconosciuto pubblicamente Francisco Javier Garcia Sanz, presidente del consiglio di amministrazione di Seat S.A e membro del consiglio di amministrazione del gruppo Volkswagen con la responsabilità per gli appalti, impegno che il consiglio di sorveglianza gli ha esteso per altri cinque. La Seat negli ultimi due anni e mezzo ha infatti registrato un aumento del 22% delle vendite, raggiungendo nel 2014 il fatturato, il migliore di sempre, di circa 7,5 miliardi di euro, con 390.500 vetture vendute in tutto il mondo ( la Germania è stato il mercato di maggior successo per il modello Leon), grazie alle decisione di puntare ad alzare la gamma dei prodotti. De Meo è stato scelto personalmente da Garcia Sanz che ha visto nella ormai lunga carriera del manager quarantottenne nel setttore automotive ­­– ha rilanciato i marchi Lancia, Fiat e Alfa Romeo, prima di essere ingaggiato dal gruppo di Wolsburg nel 2009 come responsabile della marca Volkswagen, per passare poi, nel 2012, nel board di Audi AG per le Vendite e il Marketing, a cui si sono aggiunti gli incarichi di membro del cda di Automobili Lamborghini Spa, di Ducati Motor Holding Spa e di presidente del cda di Volkswagen Group Italia Spa –capacità e modernità nell’interpretare il prodotto automobilistico cha saranno utili per dare ancora più spinta e innovazione alla multinazionale di Martorell (Barcellona).