Comunicazione, New media

30 settembre 2015 | 11:02

Due smartphone, una chiavetta per vedere i contenuti web in tv e un tablet. Google svela i suoi prodotti per fare concorrenza a Apple

(ANSA) Apple attacca e Google risponde colpo su colpo. A venti giorni di distanza dall’evento in cui la Mela ha svelato gli iPhone S6, l’iPad Pro e la nuova Apple Tv, Big G mostra i suoi prodotti rivali: due smartphone, delle stesse dimensioni dei melafonini ma più economici, una chiavetta per vedere i contenuti web sul televisore e persino un tablet ‘fatto in casa’, il primo prodotto interamente dalla compagnia.

In una conferenza a San Francisco, la prima per Sundar Pichai da Ceo di Google dopo la rivoluzione Alphabet, i riflettori si sono accesi su Pixel C, un tablet ‘convertibile’, che cioè ha una tastiera staccabile proprio come l’iPad Pro lanciato da Apple. Il tablet, spiega Google, è pensato sia per il lavoro che per il tempo libero. La tastiera, dalle dimensioni simili a quelle di un pc portatile, si attacca magneticamente per lavorare e si toglie se, ad esempio, si vuole guardare un film. La competizione tra Mountain View e Cupertino si giocherà sotto l’albero di Natale: il Pixel C arriverà “in tempo per le vacanze natalizie”, mentre l’iPad Pro sarà disponibile da novembre.

Sundar Pichai

Sundar Pichai

Inizia da subito, invece, la battaglia sul campo degli smartphone, dove Apple ha appena segnato il record di 13 milioni di iPhone 6S e 6S Plus venduti nel primo weekend. La controffensiva di Google si gioca con due nuovi Nexus già preordinabili in Usa, Regno Unito, Irlanda e Giappone, e soprattutto con il modello 6P costruito da Huawei. Ha un display da 5,7 pollici come il ‘Plus’ della Mela, fotocamera da 12,3 megapixel pensata per scattare con poca luce, processore potente e scocca in alluminio “di qualità aeronautica”, presumibilmente la lega di alluminio usata anche da Apple nei nuovi melafonini ‘anti-bendagate’. Più piccolo, anche nel prezzo, il Nexus 5X prodotto da LG. Entrambi si sbloccano con l’impronta digitale, hanno la ricarica veloce e sono equipaggiati con ‘Marshmallow’, il nome dell’ultima versione di Android e cioè il sistema operativo ‘mobile’ di Big G che, come ha sottolineato il Ceo Sundar Pichai, si trova su 1,4 miliardi di dispositivi in circolazione nel mondo. Sul fronte della tv Google ha sfoderato una nuova versione, esteticamente più bella, di Chromecast, la chiavetta low-cost che consente di guardare i contenuti web sul televisore la cui prima versione è stata lanciata nel 2013. Arriva insieme al nuovo ‘Chromecast Audio’, un piccolo dispositivo che si collega ai normali altoparlanti di casa per riprodurre musica, radio e podcast via wi-fi. Su entrambi i Chromecast arriva il servizio di musica in streaming Spotify. Non a caso il rivale più temibile di Apple Music. (ANSA, 29 settembre 2015)