30 settembre 2015 | 16:42

Triplete per Rambo: batte ancora i talk show del martedì sera. Giovanni Floris: È un bel film, anche io l’ho visto più volte

Non c’è due senza tre. Speriamo – per Floris e Giannini – che il quattro non venga da sé. Il muscoloso veterano del Vietnam interpretato da Sylvester Stallone è imbattibile per i presentatori di talk show. Anche questo martedì, per la terza volta, la storia si ripete. Rambo batte sia Ballarò che DiMartedì agli ascolti. A Rete 4 – che trasmette il film – basta il 5,25%  di share per segnare il triplete, anche perché Rai3 si ferma al 4,71% e La7 ancora più indietro: registra il 4,31%.

Giovanni Floris

Giovanni Floris

Vincono la serata di martedì 29 settembre – di nuovo – le serie tv. Provaci ancora prof 6, su Rai 1, conquista la medaglia d’oro con quasi cinque milioni di spettatori (18,58%). Segue l’Onore e il Rispetto su Canale 5 con poco più di tre milioni e mezzo di spettatori (14,6%). Anche il calcio è preferito alla guerra, che sia quella sul campo di battaglia o nei salotti televisivi: 10,04% di share per la partita di Champions League su Italia 1 tra Bate Borisov e Roma.

Ospite a ‘Otto e mezzo’ il 28 settembre, Giovanni Floris è stato interrogato da Lilli Gruber sulle dichiarazioni del premier Matteo Renzi riguardo agli ascolti dei talk show, battuti dall’ennesima replica di un classico del cinema. “Rambo è un bel film” ha detto ridendo il presentatore. “Penso che sia nella natura delle cose che giornalismo e politica siano in qualche misura antagoniste. È successo sempre, a tutte le latitudini e longitudini. Il problema è di Renzi se preferisce Rambo. Io l’ho visto più volte, non è quello”. E conclude: “Gli ascolti vanno e vengono, io faccio questo lavoro da tanti anni. Non c’è un’unità di misura per queste cose. Poi si possono mettere in rapporto con qualsiasi trasmissione, ma per fortuna di ascolti si risponde al proprio pubblico. Queste sono fasi: la politica a volte è più interessante, altre meno”.

E alla trasmissione di Rai radio 2, ‘Un giorno da pecora’, nella puntata del 29 settembre, anche Massimo Giannini torna sull’argomento: “Io in bilico per la conduzione di Ballarò? No, non mi sento affatto in bilico. Per fare un paragone calcistico, direi che mi sento tranquillo come Rudi Garcia, l’allenatore della mia Roma. E come disse Garcia, anche io dico che riporterò la Chiesa al centro del villaggio”. E alla domanda sull’ospite che sogna di invitare risponde: “Renzi, ma non viene. Però io lo invito sempre”.