02 ottobre 2015 | 16:52

David Chavern è stato nominato presidente e ceo della Newspaper Association of America

La Newspaper Association of America ha annunciato il primo ottobre che il consiglio di amministrazione ha selezionato David Chavern come nuovo presidente e ceo. La carica sarà effettiva dal 4 ottobre 2015. Chavern prende il posto di Caroline H. Little, che ha guidato l’associazione per quattro anni. Nel suo nuovo ruolo alla Naa, Charvern lavorerà insieme al consiglio di amministrazione per portare l’associazione verso un periodo di significative opportunità per il giornalismo. Con il progresso tecnologico che sta cambiando i modi in cui le persone leggono le notizie, il nuovo ceo cercherà di dare una direzione strategica per assicurare in futuro il successo dell’organizzazione.

David Chavern, presidente e ceo della Newspaper Association of America (foto da Naa.org)

“Abbiamo passato gli ultimi mesi a cercare la persona giusta per questo importante ruolo” ha detto Donna Barrett, presidente del consiglio di amministrazione, oltre che presidente e ceo della Community Newspaper Holdings. ” L’esperienza di David nelle politiche pubbliche, insieme alla sua attenzione per la tecnologie e l’innovazione, sono stati i fattori decisivi che hanno portato alla sua selezione. Sono felice di dargli il benvenuto. La sua passione per il giornalismo e la sua conoscenza sui cambiamenti in atto lo aiuteranno a guidarci in questo eccitante periodo”.

Chavern ha costruito una carriera trentennale in ruoli strategici esecutivi e operativi. Recentemente ha completato un decennio alla Camera di commercio degli Stati Uniti. Dal 2014 al 2015, è stato presidente del Center for Advanced Technology & Innovation alla Camera. L’ufficio – da lui creato – è il primo a focalizzarsi sulla tecnologia e l’innovazione. Negli anni precedenti, dal 2007 al 2014, è stato vice presidente esecutivo della Camera e chief operating officer.

“Sono onorato di entrare nella Newspaper Association of America in un periodo di grande cambiamento e grandi opportunità per l’industria editoriale” ha detto Chavern. “Non vedo l’ora di lavorare con l’incredibile consiglio dell’organizzazione”.