07 ottobre 2015 | 10:41

Sull’Apple Store un nuovo AdBlocker: Been Choice blocca gli ads anche sulle app. Agli utenti la scelta se vendere o no i propri dati

Da ottobre negli Usa gli utenti Apple possono scaricare dallo Store un AdBlocker più potente di tutti gli altri. Si chiama Been Choice, è gratuito, ed è programmato per lavorare sui melafonini. Non blocca soltanto i banner pubblicitari via browser – quindi su Safari – ma anche, ed è l’unico a farlo, via app.

David Yoon (foto da Twitter)

Il Financial Times, che ha dato la notizia il 6 ottobre, prevede sicure reazioni dagli sviluppatori di applicazioni, che sopravvivono grazie all’advertising. Il servizio sarà anche applicabile sulle Apple News. ”È un territorio pericoloso – spiega Ciaran O’Kane, amministratore delegato di Exchange Wire – Se gli sviluppatori di app non potranno fare soldi si rischiano contraccolpi”.

Sono anni che esistono in commercio adblocker e sono circa 200 milioni gli utenti che li utilizzano nel mondo. Tuttavia le app mobile finora non rientravano tra quelle ‘sterilizzate’ della pubblicità. Per guadagnare, i creatori di Been Choice hanno pensato di permettere agli utenti di vendere i propri dati attraverso l’applicazione, e offrirà venti dollari al mese a coloro che non bloccheranno la pubblicità sulle app. David Yoon, co-fondatore di Been Choice, ha detto di aver creato il software per dare ai consumatori “una scelta su come gestire i propri dati, a chi decidere di darli e su come beneficiare del loro valore”.

Anche Tim Cook, ceo di Apple, ha commentato la novità: “pensiamo che le persone vogliono che li aiutiamo a mantenere la loro vita privata. La privacy per noi è un diritto fondamentale. Non collezioniamo i dati per scoprire ogni dettaglio della vita degli utenti. Non è il tipo di business che ci interessa”.