08 ottobre 2015 | 11:19

A Roma la conferenza nazionale delle tv locali. Roberto Fico, Vigilanza Rai: “Aumentano il pluralismo nell’informazione. Patrimonio da preservare”

Gli ultimi dati dell’Inpgi, che si riferiscono al mese di dicembre 2014, fotografano una situazione in cui i giornalisti impiegati nel settore radio-tv locale sono di più di quelli che lavorano in Rai. Oltre duemila – per l’esattezza 2.035 – contro i quasi 1.900 dell’emittente pubblica. Lo riporta il Sole24Ore di oggi. Un esercito di reporter in un settore in difficoltà: da capire quanti di questi ricevano regolarmente lo stipendio. Di questo tema si discuterà oggi a Roma durante la conferenza nazionale delle tv locali organizzata dal mensile Millecanali.

La Conferenza è iniziata alle 9.30 e vede alternarsi sul palco, tra gli altri, diversi rappresentanti del mondo politico e delle istituzioni, così come protagonisti del mondo delle tv locali, che tengono durante la giornata tre tavole rotonde moderate da Mauro Roffi e Antonio Franco di Millecanali.  Tra gli argomenti di cui si parlerà: riassetto delle risorse di frequenze, riorganizzazione dell’assegnazione Lcn, contributi per l’editoria e le emittenti radio-tv, defiscalizzazione degli investimenti legati all’innovazione tecnologica.

Roberto Fico (foto Olycom)

Roberto Fico (foto Olycom)

Roberto Fico, presidente della commissione parlamentare di Vigilanza Rai, è intervenuto alla conferenza e ha dichiarato: “Le emittenti locali aumentano di gran lunga il pluralismo nell’informazione perché riescono a raccontare il territorio con più spazio e numero di trasmissioni. Sono quindi un patrimonio da preservare ed anzi far crescere”.

Le tre tavole rotonde: ‘Credere e investire nelle Tv locali’, con Francesco Panasci di SiciliaHD, Marco Pugno di Telepavia, Gianni Tanzariello di Canale 7 e Ettore Tazzioli di Trc; ‘Storie di innovazione’, con Davide Boscaini di Quartarete Tv, Paolo Torino di Canale 21 e Rossella Tosto di Trm; ‘Il futuro delle Tv locali e le opportunità’, con Salvatore Gaetano di Video Calabria 8, Elisabetta Giudrinetti di Tele San Domenico e Corrado Vada di Maria Tv.