12 ottobre 2015 | 15:48

Youtube rimuove video palestinesi dal suo sito, dopo la richiesta del governo israeliano. Il portavoce del ministero degli esteri Nahshon: “Quei filmati portano odio e razzismo”

La lettera inviata da Israele alla sede di Google nel paese è rimasta senza risposta. Ma nonostante ciò, i video di cui si richiedeva l’immediata rimozione – perché, secondo il governo, istigano alla violenza e al razzismo – sono spariti dal sito.

Emmanuel Nahson, portavoce del ministero degli esteri israeliano

“Numerosi video, in particolare di Hamas, che incitavano alla violenza, all’odio e all’omicidio di israeliani ed ebrei sono stati rimossi dopo una nostra richiesta a YouTube”, ha detto un portavoce del ministero degli esteri, Emmanuel Nahshon. “Questi video”, ha spiegato ancora il portavoce, “descrivono attacchi terroristici, giustificano le loro colpe e presentano ebrei ed israeliani in modo odioso e razzista”.

E sul sito Middle East Monitor si legge che Youtube avrebbe rimosso anche il canale ufficiale di Hamas, dopo le pressioni del governo israeliano. Dopo averlo sospeso per alcune ore, la pagina è stata cancellata domenica 11 ottobre.