15 ottobre 2015 | 12:45

Una lettera su ‘La Stampa’. La Volkswagen compra una pagina sul quotidiano di Torino per scusarsi

“Faremo di tutto per riconquistare la vostra fiducia”. A qualche settimana dallo scoppio dello scandalo sulle emissioni ribattezzato ‘Dieselgate’, che ha compromesso non poco l’immagine della casa automobilistica tedesca, Volkswagen compra una pagina su La Stampa per scusarsi con i proprio clienti per il “grave errore commesso recentemente”. “I nostri reparti di Ricerca e Sviluppo”, continua la lattera, “stanno lavorando a pieno ritmo in collaborazione con le autorità competenti per fare chiarezza sui valori di emissione di ossido di azoto (NOx) di alcuni nostri motori Diesel della famiglia EA189″.

“In questa circostanza più che mai sappiamo che le azioni pesano molto più delle parole”, scrivono, comunicando ai lettori la presenza sul sito volkswagen.it una sezione dove i possessori di auto della casa potrenno “verificare se la propria auto è interessata” e preannunciano che quando sarà disponibile una soluzione, i proprietari di queste vetture saranno contattati per eseguire gli interventi necessari. Tutto ribadendo la sicurezza e l’idoneità alla circolazione dei mezzi coinvolti negli accertamenti. E concludono con una promessa. “Sappiate che non ci fermeremo finchè non avremo riconquistato pienamente la vostra fiducia”.