Editoria

15 ottobre 2015 | 17:18

Assocarta: la crisi di editoria e pubblicità si ripercuote anche sull’industria della carta. Il dg Medugno: servono misure per rilanciare gli investimenti

(ANSA) La crisi dell’editoria e della pubblicità si riflette con evidenza sull’industria cartaria che nel comparto carta per grafici segna un -3,4% per i primi 8 mesi del 2015, con volumi di produzione in calo da 1,8 milioni di tonnellate dello stesso periodo 2014 a 1,77 milioni. Lo dicono dati diffusi al Miac di Lucca, la mostra dell’industria di settore.

Massimo Medugno, direttore generale di Assocarta

Secondo il centro studi di Assocarta nei primi otto mesi del 2015 c’è stato un nuovo calo dei mezzi cartacei pubblicitari sulla stampa (-6,2%) rispetto ai primi otto mesi 2014 (-7,8% i quotidiani; -3,6% i periodici) seguendo un trend per cui dal 2007 gli investimenti pubblicitari su stampa si sono più che dimezzati (-41% il 2014 sul 2011).

“Tali cali degli investimenti stanno influenzando la produzione di carta grafica – afferma il dg di Assocarta, Massimo Medugno -. E’ urgente approvare il disegno di legge sull’editoria che prevede una misura per il rilancio degli investimenti pubblicitari”. (ANSA, 15 ottobre 2015)