16 ottobre 2015 | 18:20

Le nuove frontiere di Netflix: dopo serie tv e film pensa di investire nei programmi d’informazione

Dopo serie tv e film originali, Netflix sta pensando di investire su un nuovo genere televisivo: l’informazione. Durante una video-conferenza dedicata ai guadagni del terzo trimestre di quest’anno, Reed Hastings e Ted Sarandos, rispettivamente ceo e chief content officer della società di vieo-streaming, hanno detto chiaramente che si stanno muovendo in questa direzione, racconta Variety. “Quante sono le probabilità che in un paio d’anni diventiamo diretti concorrenti di Vice?” ha chiesto Hastings. E Sarandos ha risposto: “Molto alte”.

Reed Hastings, ceo di Twitter (foto da thenextweb.com)

Una nota ha poi specificato che Netflix non ha intenzione di entrare nel business del reportage o dell’informazione live. Un genere già in fase di esplorazione è quello dei documentari. Ha già fatto accordi per crearne molti. Un esempio: ‘Our Planet’, otto puntate per esplorare aree remote e selvagge in tutto il pianeta. Mentre parlando di sport, il servizio di streaming non ha nessun interesse nel settore. “Lo sport on demand non è eccitante come quello in diretta” ha detto Sarandos.

“Per quanto riguarda le news, saremo molto più audaci rispetto ai generi che già creiamo” ha dichiarato Sarandos. Ha poi paragonato l’interesse per l’informazione a quello per un altro tipo di contenuto a cui il servizio di streaming sta lavorando: i talk show. Chelsea Handler, ex conduttore del programma ‘E!’, ha già firmato un contratto per l’anno prossimo. Non si sa altro dell’accordo. “Vogliamo essere in grado di migliorare la fruizione di ogni tipo di contenuto che le persone guardano” ha detto Sarandos.

Vice ha invece avviato un’operazione con Hbo per un documentario a puntate, e sta pensando di lanciare sul network un programma di news quotidiano. Mercoledì 14 ottobre, la società ha fatto sapere di aver assunto Josh Tyrangiel, veterano di Bloomberg Businessweek, per condurre un programma giornaliero della durata di mezz’ora che uscirà il prossimo anno. Non si sa ancora come Netflix ribatterà e che tipo di format adotterà per entrare nel mondo dell’informazione. Ma una cosa è chiara: la risposta arriverà.