16 ottobre 2015 | 19:08

Dopo lo Stadium, ecco il J village. Una nuova sede, campi, hotel e scuola

di Giorgio Greco – La Juventus ha messo oggi un altro significativo tassello nel progetto di ammodernamento e consolidamento della societa’ voluto dal presidente dei bianconeri Andrea Agnelli e dal cugino John Elkan, presidente dell’Exor, la cassaforte della famiglia. L’ ad Aldo Mazzia, ha presentato oggi – affiancato dall’assessore comunale all’Urbanistica, Stefano Lo Russo, e da Alberto Bollea, ad di Accademia Sgr, società di Banca del Sempione, che gestirà il fondo immobiliare cui fa capo la realizzazione della struttura – il nuovo progetto di sviluppo urbanistico di Continassa, un’area che prende il nome da una settecentesca cascina, messa ora in sicurezza e bonificata. Qui sorgera’ il J Village, la nuova base del club bianconero, a fianco dello Juventus Stadium, che sarà completata entro l’estate 2017. L’investimento complessivo – ha spiegato Mazzia – e’ di circa 100 milioni di euro (13-14 milioni per la sola nuova sede del club), per lavori che interessano un’area di 176.000 metri quadrati, con 38.000 metri quadrati di capacità edificatoria, e che dovrebbero creare 300-350 posti di lavoro. Un investimento ben ponderato, alla luce dei risultati ottenuti con la realizzazione dello stadio abbia pagato: “Ci abbiamo giocato 103 partite, con 3,9 milioni di spettatori, un dato che ha contribuito ai nostri conti” ha sottolineato l’ad, ricordando che nell’ultima stagione all’Olimpico i ricavi da stadio erano stati 11,5 milioni mentre la prima allo Stadium aveva generato ricavi oltre i 30 milioni. Nell’area della Continassa verranno spostate la sede, ora in corso Galileo Ferraris, e il centro di allenamento, ora a Vinovo: «Oggi lavoriamo – ha osservato – in maniera piuttosto inefficiente, sotto questo aspetto». La Juve sarebbe la prima società in Italia ad avere tutte le sue attività a un passo dallo stadio, una fatto che la pone all’avanguardia anche in Europa, visto che soltanto il Manchester City ha imboccato un anno fa questa strada.

Il nuovo centro allenamento sorgerà su circa 59.000 metri quadrati, con 4 campi da gioco, di cui uno in sintetico. A due passi, verrà invece costruito l’hotel, le cui strutture sorgeranno ai bordi di un parco di 5000 metri quadrati: 155 camere, di cui 32 ospiteranno i ritiri della Juve, con dedicato alla squadra un ristorante, un’area conferenze e una relax. Poi, altre 123 camere, con tre tipologie, ma di diverse superfici: 74 nella versione smart, 44 in quella superior, e 55 suite. Infine, progetto prevede la realizzazione di una scuola Internazionale con un programma di studi modello Uk (inglese), cioe’ dall’asilo fino al diploma. A regime si stima la presenza di 600 studenti, e sarà condotto dall’International School Of Europe srl. Che ha già molte scuole in Italia, la più grande a Milano, poi a Modena, Monza e Siena. La scuola, accanto alle normali strutture scolastiche ospiterà attrezzature sportive, una palestra, una piscina, un auditorium e un convitto per studenti non residenti.