19 ottobre 2015 | 18:15

Giacomelli sulla Rai: “Concluderemo entro novembre. Il testo prevede la trasparenza sugli stipendi dei dirigenti”. E sulle dichiarazioni di Fico sul canone, “Spero sia stato frainteso, non pagare sarebbe un reato”

Mentre alla Camera è iniziata da poche ore la discussione sul ddl Rai, il sottosegretario allo sviluppo economico con delega alle comunicazioni, Antonello Giacomelli, ha dichiarato ai giornalisti che il governo punta a concludere la discussione entro novembre, sia alla Camera che al Senato. Lo riporta l’agenzia di stampa Agi.

Antonello Giacomelli, Sottosegretario di Stato del Ministero dello Sviluppo Economico con delega alle comunicazioni

“Gli stipendi dei dirigenti e dei giornalisti con qualifiche dirigenziali della Rai saranno pubblici” – ha aggiunto Giacomelli che ha precisato: “Nel testo sara’ previsto, e lo diremo in Aula, un piano di trasparenza sulle retribuzioni di chi in Rai ha un incarico dirigenziale”. Per quanto riguarda i compensi dei conduttori esterni, continuera’ a valere il principio del budget di programma. E sulle dichiarazioni di Fico sul canone dice: “Spero che sia stato mal interpretato, perche’ sarebbe un fatto grave se il presidente della Vigilanza Rai incitasse a compiere un reato, non pagare il canone”. “Sarebbe grave anche perche’, aggiunge “ne risponderebbe solo chi lo ascolta, lui certamente no”. Per il sottosegretario “Il servizio pubblico assicura pienamente i principi per cui e’ stato istituito. Si tratta oggi di attualizzarlo, di renderlo piu’ in sintonia con il Paese di oggi. Penso a tutto quello che Rai puo’ fare ancora di piu’ di quello che sta facendo per il settore della creativita’ italiana, della produzione della cultura nella dimensione internazionale. Abbiamo bisogno di una Rai piu’ azienda e meno legata alla politica”