20 ottobre 2015 | 14:57

In un anno aumentano di 440 mila unità gli accessi a banda larga: in totale più di 14,6 milioni. La metà delle sim in commercio si connette a internet

Più di 14,6 milioni di accessi a banda larga: è la cifra raggiunta a metà 2015. In un anno – riporta Ascanews – sono aumentati di 440 mila unità: da gennaio +270mila. Lo rileva l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni nell’osservatorio trimestrale. Diminuiscono invece – di 210mila unità – le linee Dsl. In totale sono oggi meno di 13 milioni.

Angelo Marcello Cardani, presidente Agcom (foto da Olycom)

Le linee broadband di nuova generazione (Nga) a fine giugno superano 1 milione di unità. Gli accessi broadband che utilizzano altre tecnologie sono aumentati di 660 mila unità su base annua e di oltre 1,3 milioni negli ultimi 12 mesi. Su base annua, gli accessi con velocità superiore a 10 Mbps, con una crescita di 970mila unità, raggiungono i 3,6 milioni (24,6% del totale). Le linee broadband di nuova generazione (Nga) a fine giugno superano 1 milione di unità. Nel primo semestre dell’anno la crescita è risultata pari a 296mila unità, superiore a quella registrata nella seconda parte del 2014 (+238 mila). Gli accessi Nga hanno superato il 5% delle linee complessive e raggiunto il 7,3% di quelle broadband. Fastweb e Telecom Italia, congiuntamente, detengono circa il 90% delle linee Nga – con la quota di quest’ultima  pari al 47,5%.

Cresce anche il numero delle sim con accesso a internet: si registra un aumento del 13,7%, arrivando a sfiorare i 46 milioni. Da giugno 2011 le sim che hanno svolto traffico dati sono passate dal 26,1% ad oltre il 49% del totale. La prima metà del 2015 registra, rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno, una crescita del traffico dati di poco inferiore al 50%.