21 ottobre 2015 | 16:50

Il Laboratorio Formentini a Bookcity Milano 2015: il polo della cultura editoriale e dei mestieri del libro

Dopo l’inaugurazione del 21 settembre, il Laboratorio Formentini per l’editoria è pronto per l’inizio delle attività. In linea con la sua vocazione di spazio destinato alla valorizzazione del lavoro editoriale e di luogo aperto a tutte le figure che fanno parte della filiera dell’editoria, il Laboratorio sarà sede di iniziative e di scambi finalizzati alla formazione di professioni nuove e tradizionali.

Luca Formenton, presidente di BookCity Milano (foto Olycom)

Con l’obiettivo di creare e stimolare un sempre maggior interesse per il libro e per la lettura, le sue attività saranno volte a facilitare il dialogo all’interno della filiera editoriale e comunicare con il contesto socio-territoriale di cui essa è parte integrante.
In questo particolare momento storico e nella città italiana in cui da sempre si produce e si consuma la percentuale più alta del prodotto libro, è diventata un’urgenza dare spazio ai protagonisti della filiera della lettura, dare loro voce per raccontare le storie del passato, guardare alle professioni del futuro, ospitare le esperienze internazionali e promuovere l’eccellenza culturale italiana nel mondo.
Il Laboratorio Formentini è stato quindi individuato da BOOKCITY Milano quale polo dedicato alla cultura editoriale e ai mestieri del libro, e dal 23 al 25 ottobre ospiterà incontri che spaziano dall’editoria digitale al rapporto tra romanzi e serie tv, dall’approfondimento di figure chiave del passato al mondo della traduzione ecc. Il Laboratorio Formentini, inoltre, è sede elettiva per diversi eventi del programma di BOOKCITY per le Scuole, che si terranno da settembre fino alla primavera del prossimo anno. Gli spazi del Laboratorio Formentini sono stati messi a disposizione di Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori dal Comune di Milano – Assessorato alla Cultura e ristrutturati da Alterstudio Partners all’interno del progetto Copy in Milan, con la partecipazione di Mibact, Centro per il libro e la lettura, Maeci, Regione Lombardia e il sostegno di Fondazione Cariplo.

Voluta dal Comune di Milano e dal Comitato Promotore (Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri), a cui si è affiancata l’AIE (Associazione Italiana Editori), in collaborazione con l’AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e l’ALI (Associazione Librai Italiani), BOOKCITY si articola in tre giorni (più uno dedicato alle scuole), durante i quali vengono promossi incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari sulle nuove pratiche di lettura, a partire da libri antichi, nuovi e nuovissimi, dalle raccolte e biblioteche storiche pubbliche e private, dalle pratiche della lettura come evento individuale, ma anche collettivo.