L’ex direttore del Sun, David Dinsmore: i giornali influenzano l’opinione pubblica più dei social media (INFOGRAFICA)

L’ex direttore del Sun, David Dinsmore, è convinto che le ultime elezioni britanniche siano state influenzate più dai giornali che dai social media. Durante un intervento alla conferenza ‘Society of Editors’ a Londra, ha ribadito l’abilità del Sun nel formare l’opinione pubblica e il dibattito. Oggi chief operating officer a New Uk, Dinsmore era ancora direttore del quotidiano durante le ultime elezioni, e ha sostenuto fortemente il gruppo dei conservatori. “I social media continuavano a parlare di una vittoria del partito labourista. Se ci si connetteva a Twitter durante la campagna, appariva ovvio che Ed Miliband ce l’avrebbe fatta”. Si riferisce a un sondaggio sul social della società TalkWater – riporta The Drum – le cui previsioni davano una schiacciante sconfitta per i conservatori con 2.500 utenti che dichiaravano di votare per i Labour, e soltanto 777 per i Tories.

David Dinsmore (foto da thedrum.com)

“C’è stato un periodo, di un paio d’anno all’inizio del governo di coalizione, in cui i tweet influenzavano in effetti la politica”, ha detto Dinsmore. “Davvero chi era al potere era convinto di leggere una rappresentazione del pensiero del paese. Ma non è così”. Un sondaggio di YouGov descrive quanto i cittadini si fidano di ciò che leggono sui giornali e conferma l’opinione del giornalista. Il 50% della popolazione guarda agli articoli sui quotidiani per le news sulla politica, e solo il 9% si dirige sui social media per trovare una fonte affidabile. Rimane la televisione il media considerato più affidabile.

Infografica ripresa da thedrum.com

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Facebook, nel 2017 raddoppiata la spesa per lobbying in Ue. Da 1,2 a 2,5 milioni di euro

Nbc entra nel consorzio OpenAp dove raggiunge Fox, Turner e Viacom

Formiche, Roberto Arditti nel Cda e direttore editoriale. Cresce l’ebitda di Base Per Altezza