27 ottobre 2015 | 15:30

Inaugurato a Torino il monumento dedicato ad Armando Testa

Davanti alla nuova stazione di Porta Susa, vicino al grattacielo di Intesa Sanpaolo e la torre Rai. Una sfera e una mezza sfera nera di circa 5 metri di altezza campeggiano a Torino in piazza XVIII dicembre per ricordare Armando Testa, artista poliedrico considerato tra i padri nobili della pubblicità italiana e fondatore della più importante agenzia nazionale. Dal disegno Sintesi 59 era derivata la fortunata campagna di Punt e Mes e ora è diventato il simbolo con cui il capoluogo piemontese ricorda il genio di questo suo figlio brillante. “Lui diceva di essere povero ma moderno, che è pure una maniera bellissima per dire in essenza cosa debba essere la creatività”, ha ricordato il figlio Marco Testa, alla guida del gruppo omonimo.

In coincidenza con la presentazione del monumento, l’agenzia ha lanciato anche un contest creativo (le istruzioni sono sul sito www.armandotesta.it). I giovani vincitori avranno l’opportunità di fare uno stage di un mese a Los Angeles nella sede americana del gruppo.

L’architetto Benedetto Camerana, la moglie di Armando Testa, Piero Fassino, Marco Testa