Cresce l’m-commerce, le operazioni da smartphone e tablet. L’Italia è al secondo posto, dopo la Germania (INFOGRAFICA)

Il 2015 è stato l’anno che ha visto un’impennata nell’m-commerce, ovvero le transazioni effettuate da smartphone e tablet.  Stando al rapporto Zanox Mobile Barometer Performance 2015, sono quasi 2 milioni le operazioni registrate solo nel mese di luglio, mezzo milione in più rispetto all’anno scorso. A partire da gennaio 2015, con 1,5 milioni di transazioni mobile, tutti i mesi hanno superato i record con tassi di crescita pari in media al 53%.


Nella prima metà del 2015, sempre in base all’indagine condotta da Zanox, le transazioni sono aumentate del 54%, rispetto allo stesso periodo del 2014 (+179% rispetto al 2013), producendo una crescita del fatturato del 60%, e il valore medio degli ordini è incrementato del 18,5%.
Questi sono i principali numeri che emergono dall’ultimo Mobile Performance Barometer, la ricerca empirica e periodica svolta da Zanox, che rileva e analizza sviluppi, trend e comportamenti degli utenti, italiani ed europei, nel mercato dell’m-commerce. Oltre ai mercati europei, per la prima volta quest’anno sono stati inclusi nella ricerca anche il Brasile e gli Stati Uniti.


Nel panorama europeo, si classifica al primo posto la Germania, che nel 2015, per numero di transazioni, ha registrato una quota maggiore del 64%, rispetto allo scorso anno, seguita dall’Italia, dove invece si è verificata una crescita del 58%. A livello mondiale, in testa il Brasile che mostra un aumento del 121,2%.
Dallo studio dei dati del 2015, si può notare un enorme incremento delle vendite effettuate tramite gli smartphone; solo nel primo semestre, si sono registrati il doppio degli acquisti eseguiti con il telefono cellulare (dal 6 al 13%), a differenza di quelli via tablet che sono cresciuti più lentamente (dal 13 al 15%). Questo testimonia la centralità che sempre più assume lo smartphone, che non viene più usato semplicemente per raccogliere informazioni, ma è reputato dall’utente un device comodo e veloce per effettuare qualsiasi tipo di acquisto online.


Una crescita del fatturato significativa è stata registrata da iOS: nel 2015, iPad, anche se ha perso terreno con un -15% (dal 65 al 50%) rispetto al 2014, resta il terminale leader, mentre le vendite tramite iPhone hanno avuto un aumento dei ricavi dell’8% (dal 18 al 26%). Per quanto riguarda Android, l’influenza dei suoi dispositivi sull’incremento dei ricavi nell’m-shopping si alza dal 6 al 10% per gli smartphone e dall’11 al 14% per i tablet.


E’ di €95 la spesa media degli Europei eseguita tramite tablet, che anche in questo caso rimane il dispositivo principale, è invece di €93 il valore delle transazioni medie effettuate tramite desktop e di €62 quelle attraverso smartphone.
I carrelli più ricchi sono quelli Svizzeri, seguiti dagli Scandinavi e dai Tedeschi. Gli Italiani, invece, si dimostrano più parsimoniosi e fanno registrare un volume medio di spesa tramite desktop di €34, da tablet di €33 e da smartphone di €17.
Dall’analisi delle performance che i principali settori (Retail&Shopping, Telco&Servizi, Travel, Servizi Finanziari) generano nell’m-commerce, in termini di crescita dei ricavi, si può constatare che il segmento delle Telecomunicazioni&Servizi sta attraversando un periodo estremamente positivo ed è quello che, in diversi mercati europei, registra tassi di crescita più elevati. Segue il Retail&Shopping che ha registrato una buon incremento dei ricavi mobile in tutti i Paesi Europei. In Italia sono i settori della Moda e del Travel che la fanno da padrone e registrano i tassi di crescita più importanti.

“Gli elevati tassi di crescita dei volumi di spesa generati attraverso i dispositivi mobili evidenziano il previsto aumento del giro d’affari nei prossimi mesi, soprattutto nel periodo pre-natalizio. zanox coglie questa opportunità per offrire soluzioni specifiche per l’m-commerce, al fine di aiutare i clienti nella crescita del loro business mobile e trarre vantaggio da questo mercato in continua crescita. Considerando l’enorme incremento delle vendite via smartphone, è sempre più essenziale per i retailer online offrire ai loro utenti una shopping experience ottimale su dispositivi mobile”” dichiara Sheyla Biasini, Country Manager Italia di zanox.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Gdpr, le nuove norme sulla privacy stangata da almeno 2 miliardi per le Pmi

Tim, Agcom rinvia analisi preliminare progetto separazione rete

Conte Premier e governo nascente visti con gli occhi dei siti di tutto il mondo