28 ottobre 2015 | 14:45

I dipendenti di Facebook nei panni degli utenti dei paesi emergenti. Il social lancia l’iniziativa ’2G Tuesday’, per un’ora a settimana rallenta la connessione

I dipendenti di Facebook devono rendersi conto di cosa vuol dire navigare su web nei Paesi emergenti. È l’idea che sta alla base dell’iniziativa ’2G Tuesday’: per un’ora a settimana, di martedì la società rallenta la sua rete portandola alla connessione 2G, simulando la fruizione del social da parte degli utenti nei Paesi in via di sviluppo. ”Per rivolgerci a un’audience globale come la nostra, dobbiamo fare in modo che Facebook funzioni bene anche sulle reti 2G”, spiega il product manager Chris Marra in un post.

Chris Marra, product manager di Facebook (foto da olin.edu)

In tempi di connessioni cellulari 4G e internet domestico in fibra ottica, i martedì di Facebook aiuteranno quindi gli impiegati a comprendere “quanto è difficile usare la piattaforma sociale con una connessione lenta come può essere quella predominante in India e in altri mercati emergenti”, dice Marra. Per venire incontro alle esigenze degli utenti nei Paesi in via di sviluppo, dove Facebook è al lavoro con l’iniziativa Internet.org per collegare al web i miliardi di persone che ora sono tagliati fuori, nel giugno scorso la compagnia di Mark Zuckergberg ha lanciato una versione ‘leggera’ del suo social, fruibile meglio dagli utenti con poca larghezza di banda a disposizione.