28 ottobre 2015 | 16:21

Arriva Ringo Mobile, operatore tlc rivolto agli stranieri. Fa capo a Ics di Ramy Barbesh: la spesa degli stranieri per la telefonia è quattro volte superiore a quella degli italiani

di Roberto Borghi – Ringo Mobile è  un nuovo operatore di telefonia mobile che si è presentato ieri a stampa e operatori. L’obiettivo per il primo anno è arrivare a 160mila clienti. “Soprattutto stranieri perchè  la loro spesa media per la telefonia è quattro volte superiore a quella degli italiani”, dice l’amministratore delegato Luca Bignone che spiega: “le schede prepagate stanno per scomparire sostituire dai servizi offerti da operatori Mvno, mobile virtual network, come noi”. 

Ringo Mobile, che nel nostro Paese ha già raggiunto 18.000 clienti, fa capo al gruppo svizzero ICS di Ramy Barbesh, attivo come operatore di traffico internazionale b2b, forte soprattutto nel mondo arabo.  Per farsi conoscere Ringo  Mobile ha stanziato per ora 300mila euro in attività di marketing, e punta ad aprire una ventina di punti vendita.

Ramy Barbesh e Luca Bignone (foto Primaonline.it)

Ramy Barbesh e Luca Bignone (foto Primaonline.it)

 

Il comunicato stampa

Oggi Ringo Mobile si presenta alla stampa nella sede del flagship store di Sesto San Giovanni; s i tratta di un nuovo operatore di telefonia mobile, società del Gruppo ICS, multinazionale attiva nel mercato delle telecomunicazioni che offre servizi mobili innovativi.
Arrivato da poco, Ringo Mobile ha già un “parco clienti” di 18.000 utenze; un risultato importante raggiunto sicuramente attraverso gli asset del marchio, all’indiscussa qualità nelle comunicazioni voce e dati e alla capillare copertura del territorio (99,8% del totale) garantita dall’utilizzo della rete di TIM.
Quali gli altri punti di forza di un brand, che si vuole porre come una valida alternativa agli operatori esistenti? “Per conquistare i clienti in Italia, è importante garantire eccellenza nel servizio, chiarezza nell’offerta e puntualità nell’assistenza” commenta Luca Bignone, AD di Ringo Mobile “Se poi a questi elementi fondamentali aggiungiamo la forte caratterizzazione innovativa e il fattore prezzo, abbiamo tutti i plus che il mercato italiano richiede per emergere”  Primo elemento distintivo di Ringo Mobile, la possibilità di configurare la tariffa secondo le necessità di ogni cliente, che sceglie e paga solo per i servizi a lui indispensabili. A questo si aggiunge l’estrema chiarezza nell’offerta; l’utente può crearsi un piano “su misura”, che corrisponde all’effettiva fruizione di quello che gli serve, con costi fissi e
preventivabili, senza sorprese!

Un vantaggio tangibile e unico, di grande valore sia per il target etnico che per gli Italiani. “Un utente contento si fidelizza, torna e si fa portavoce dei nostri valori” aggiunge Ramy Barbesh, Chairman della società “La mission di Ringo Mobile è garantire la piena soddisfazione del cliente, che va seguito e assistito in tutte le fasi di relazione con il nostro brand, affinchè diventi un nostro ambassador spontaneo”
E per dare sempre una risposta puntuale al cliente, la scelta di Ringo Mobile è stata quella di investire in un presidio fisico, il punto vendita, e nell”assistenza costante sia online che telefonica, attraverso numeri dedicati. Altro forte elemento di differenziazione rispetto ai competitor, i servizi innovativi che Ringo garantisce.
Partiamo dalla partnership con Oracle Cloud, che consente all’operatore da una parte di offrire soluzioni performanti e in linea con la necessità di modularsi sulle molteplici richieste del mercato, dall’altra di risolvere problemi locali ma anche di integrazione multicountry che inevitabilmente una società di respiro internazionale deve affrontare. Passiamo poi alle importanti anteprime dei prossimi mesi: la APP Ringo, che permetterà di chiamare utilizzando la rete dati (VoIP) tutti i Paesi del mondo, una soluzione economica e all’avanguardia per un operatore appena nato e l’attivazione del servizio “Credit Transfer”
che consentirà ai clienti Ringo di regalare credito telefonico in tutto il mondo, anche per chi utilizza altri operatori.
Infine, grazie alla sua infrastruttura flessibile, Ringo Mobile consentirà l’ingresso rapido sul mercato di un ATR (AirTimeReseller) che farà utilizzare a Ringo il suo brand in esclusiva per il nostro Paese.
L’Italia rappresenta una country strategica per la società, che annuncia oggi un ulteriore investimento di 300.000 Euro in attività di marketing per il 2016, focalizzate sopratutto nella personalizzazione di mezzi pubblici, la cossidetta pubblicità dinamica. “Nel 2016 un altro traguardo su cui stiamo lavorando è entrare nella Grande Distribuzione Specializzata” conclude Barbesh “ma di questo è presto ancora per parlare…”