30 ottobre 2015 | 17:55

Qual è il momento giusto per mandare una newsletter? Il sito canadese 1236.ca ha un orario ben preciso, già scritto nel suo nome

Qual è il momento giusto per mandare una newsletter? Il mattino e la sera sono certamente le scelte più popolari da parte dei diversi siti di news, anche se ce ne sono alcuni, che invece puntano sul pomeriggio. In Canada, ‘Twelve Thirty Six‘, come racconta NiemanLab, ha deciso di scegliere un’ora precisa, già scritta nel suo nome, le 12,36 appunto. Come è chiaro dal sottotito, ‘Toronto’s new lunchtime tabloid’, l’idea è quella di intercettare i lettori durante la loro pausa pranzo, ma non è questo l’unico motivo che ha spinto ha scegliere quel preciso istante.
Secondo l’editor Marc Weisblott quell’ora rappresenta un momento di naturale interruzione nel flusso delle notizie, fornendo un’ottima oppurtunità per aggiornare i lettori. Molte delle chiacchiere e dell’attività online che circondano una notizia sono fatte al mattino presto, prima delle 9, o di sera tra le 10 e mezzanotte e mettendo insieme le due cose “cogliamo il meglio dall’orologio”, ha spiegato Weisblott, in precedenza anche editor del sito Canada.com.

Twelve Thirty Six, lanciato durante l’estate, è prodotto dai due siti Totonto Life e Torontoist, entrambi di proprietà di St. Joseph Communications, e, come ha spiegato Weisblott, “coprirà tutte le notizie sfruttando le risorse del network, senza però pestare i piedi a nessuno”.
L’invio di una newsletter a metà giornata non è comunque una novità. Ad esempio ‘Publishers Lunchs’ arriva alle 11 del mattino per fornire ai lettori che lavorano nel mondo dell’editoria argomenti di cui parlare a pranzo. Comunque facendo i primi bilanci, l’idea di Twelve Thirty Six sembra funzionare visto che il tasso di apertura sarebbe pari al 60%. In realtà ha ammesso, Weisblott, è possibile che la gente non si preoccupi troppo dell’ora in cui ricevono le notizie, dato che, anche quando la newsletter è stata recapitata con 3 ore di ritardo, le visualizzazioni sono diminuite solo del 5 %.